Il grande mandato di Cristo

Un giorno una parola – commento a Matteo 28, 18-20

Dice il Signore: «Io manderò alcuni dei loro scampati alle nazioni, che non hanno mai udito la mia fama; essi proclameranno la mia gloria tra le nazioni»
Isaia 66, 19

Gesù dice: «Ogni potere mi è stato dato in cielo e sulla terra. Andate dunque e fate miei discepoli tutti i popoli battezzandoli nel nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo, insegnando loro a osservare tutte quante le cose che vi ho comandate»
Matteo 28, 18-20

Gesù pronuncia le sue ultime parole terrene prima di ritornare al Padre e con esse segna al tempo stesso una fine ed un nuovo inizio per i discepoli. Non sarà più presente fisicamente ma in un modo nuovo. Iniziava per loro una nuova avventura. Gesù promette che sarà con loro fino alla fine dei tempi e li assicura del suo potere, potere che ha vinto il peccato e la morte e li invia in missione.

Il loro compito è quello di essere testimoni della sua morte salvifica e della sua gloriosa risurrezione e di proclamare la buona novella della salvezza a tutto il mondo, non solo al popolo di Israele, ma a tutte le nazioni. L'amore di Dio e il dono della salvezza non è solo per pochi, o per una nazione, ma è per il mondo intero, per tutti quelli che lo accetteranno. L’Evangelo è il potere di Dio, il potere di perdonare i peccati, di guarire, di liberare dal male e dall’oppressione e di restaurare la vita. 

Questo è il “grande mandato” che il Cristo risorto dà a tutta la chiesa. A tutti i credenti è stata data una parte in questo compito: essere annunciatori della buona notizia ed essere ambasciatori di Gesù Cristo, l’unico salvatore del mondo. E sappiamo che non siamo soli in questo compito, poiché il Signore risorto opera in noi e attraverso di noi mediante il potere del suo Santo Spirito.

Queste parole hanno guidato i discepoli e le discepole di Gesù per oltre duemila anni e ancora oggi sono rivolte a noi. Crediamo nella potenza dell’evangelo? Siamo fedeli testimoni della gioia dell’evangelo e della potenza della resurrezione? 

Signore, ti ringraziamo perché non ci lasci soli, vogliamo essere tuoi testimoni in questo mondo. Mediante il dono del tuo Spirito, riempici della gioia della resurrezione e guidaci nel nostro cammino affinché i popoli possano vedere la tua gloria.

Interesse geografico: