Investire nell’educazione dei giovani

di Celi

La Chiesa evangelica luterana in Italia sostiene due progetti sociali per l’infanzia nel comune di Ercolano

Alimentazione sana, momenti di svago in compagnia, imparare le regole dello star bene insieme, di rispetto dell’altro e la possibilità di passare dei momenti spensierati in un ambiente sano e bello sono importanti per lo sviluppo di un bambino. Garantire queste esperienze però non è sempre facile, soprattutto in un territorio a rischio che presenta spiccate criticità sociali. La Chiesa Evangelica-Luterana in Italia, Celi, il 31 maggio ha sottoscritto una convenzione per il sostegno di due progetti sociali per l’infanzia nel comune di Ercolano da realizzare nell’anno scolastico 2019/20.

A fine agosto partiranno 50 bambini di Ercolano, ancora da individuare tramite un bando, per un summercamp della durata di un minimo di sette giorni. Questo il primo progetto sociale con un budget di 24.400 euro. Il secondo progetto invece, di un valore di 28.800 euro, prevede di garantire durante tutto l’anno scolastico una prima colazione sana ed ecologica agli ottanta bambini iscritti alla scuola d’infanzia del Comune di Ercolano. 

La convenzione è stata sottoscritta dalla vicepresidente del concistoro della Celi, Cordelia Vitiello e dal sindaco di Ercolano, l’avvocato Ciro Bonajuto. «Questa iniziativa sostituisce il nostro pluridecennale impegno per la scuola Gesù di Nazareth a Torre del Greco, sostiene Cordelia Vitiello, e sono molto felice che abbiamo potuto individuare un progetto valido rimanendo nello stesso territorio e rimanendo sempre in ambito scolastico-educativo. Con la merenda ecologica, continua Vitiello, corrispondiamo inoltre all’impegno finale del nostro sinodo di aprile 2019, a favore della sostenibilità e dell’ecologia». Questo progetto poi è solo uno di tre che verranno attualizzati sempre nella stessa area geografica.

Il sindaco di Ercolano, Ciro Bonajuto, ringrazia la Celi per queste due opportunità: «La prima di consentire ai ragazzi più disagiati di poter vivere un momento di svago». Ercolano è un Comune con un altissimo tasso di disoccupazione (giovanile) e con tante famiglie che vivono una situazione di grande disagio. «Lo snack ecologico nelle scuole d’infanzia poi ha un valore particolare in un ambiente sociale come Ercolano, l’educazione ad un‘alimentazione sana è un valore aggiunto. Passare una settimana di ferie in un ambiente sano è inoltre un fatto importante per la crescita di questi ragazzi, un investimento nel loro futuro». Il sindaco ha tenuto molto a ringraziare Cordelia Vitiello e la Celi per aver scelto il comune di Ercolano e per la serietà con la quale hanno portato avanti questa iniziativa.

Interesse geografico: