Dio si schiera dalla parte dei deboli

Un giorno una parola – commento a Matteo 21, 42

Meravigliosi sono i disegni del Signore, grande è la sua saggezza
Isaia 28, 29

Gesù disse loro: «Non avete mai letto nelle Scritture: “La pietra che i costruttori hanno rifiutata è diventata pietra angolare”?»
Matteo 21, 42

Beh, se non l’avete letto, avete letto male! Perché è ciò che nella Scrittura accade continuamente. Certo, Gesù pronuncia queste parole per annunciare la grandissima novità che con lui è iniziata, l’inclusione degli esclusi nel popolo di Dio, ma è una novità coerente con ciò che la precede, è il punto di arrivo di una traiettoria che attraversa tutta la Scrittura, che per Gesù è la Bibbia Ebraica, il nostro Antico Testamento, da cui cita queste parole. In un certo senso questa è la spina dorsale della Bibbia: Dio sceglie gli scartati, gli oppressi, li libera e rende protagonisti della loro storia.

Questa è la dinamica fondamentale, che viene raccontata in modo realista: in un mondo diviso, quando nella storia si crea uno squilibrio, Dio si schiera dalla parte del più debole e lo guida all’emancipazione, perché dia i frutti del Regno. Non avete letto? Allora fatelo, leggete, rileggete, tornate a scoprire questa storia nella Scrittura! Leggete di schiavi liberati, di deboli che hanno chi difenda la loro causa, di ingiustizie raddrizzate, di cose perdute ritrovate, di uomini e donne salvati.

E poi provate a rileggere il mondo con quelle immagini negli occhi, a guardare il mondo come se quelle cose vi succedessero davvero – perché succedono! Scegliete la parte migliore, abbandonate la ricerca del potere, dimenticate il potere che avete, davanti al suo esercizio, mettetevi dall’altra parte. Scoprite le storie rimosse, ascoltate le voci represse, appassionatevi a ciò che è piccolo, prendetevi cura di ciò che è fragile, abbracciate ciò che è disprezzato. Manomettete il meccanismo, fate finalmente le cose al contrario: rivoltatevi contro chi è più forte e difendete chi è più debole!

Dopo averne tanto letto, provate a scoprire quali sono i frutti del Regno che potete portare.

Interesse geografico: