Confronti, il numero di maggio

Paravati: «Algeria, Israele, Afghanistan, Brasile. Anche questo numero di Confronti, approfondisce e analizza pezzi di mondo»

Le immagini realizzate da Michele Lipori fanno da cornice al numero di maggio 2019 del mensile di religioni, politica e società Confronti e sono dedicate all’Esercito della Salvezza, un’organizzazione religiosa nata nelle periferie londinesi nel 1865 allo scopo di unire la missione evangelica a quella di supporto concreto alle comunità marginalizzate.

Un «Esercito» armato di sola di pace che opera nel mondo, portando aiuti concreti agli ultimi e ai bisognosi oggi presente con 125 realtà in diverse parti del mondo e che in Italia ha il «Quartier generale» a Roma a San Lorenzo.

Un mondo, il nostro, ricorda Confronti, devastato da guerre, da crisi economiche e da conflitti etnici e sociali e in cerca di Europa, «ma quale?», riporta lo strillo in copertina.

«Algeria, Israele, Afghanistan, Brasile. Anche questo numero di Confronti, approfondisce e analizza pezzi di mondo – afferma Paravati nell’editoriale di presentazione del numero –. Si passa dalle elezioni politiche in Israele al Brasile di Bolsonaro, due luoghi uniti da una strana alleanza “pseudo-religiosa”. E ancora dall’Afghanistan parzialmente dimenticato, dall’attenzione internazionale, all’Algeria in preda a proteste popolari e in ricerca di democrazia».

Il numero di Confronti, dunque, apre con due editoriali: Ratzinger guarda al futuro conclave di Luigi Sandri e Se Bolsonaro strizza l’occhio a Bibi di Teresa Isenburg. Seguono i servizi con un reportage dal titolo Una divisa per la solidarietà di Michele Lipori e Gaetano De Monte; l’Algeria, Se togli la foto e lasci la bandiera di Luciano Ardesi; due sguardi: L’Israele di Netanyahu con l’analisi di Giorgio Gomel e L’Afghanistan con l’intervista a Selay Gaffar, la portavoce di Hambastagi, il partito di solidarietà afghano, una delle espressioni democratiche del paese, curata da Enrico Campofreda.

Nella Verona del congresso (dedicato alle famiglie) lo «scontro» è globale è il titolo della riflessione di Asia Leofreddi e senza dimenticare l’Europa alla vigilia elle elezioni Confronti entra nel «gran ballo», con il servizio di Roberto Bertoni; infine un’analisi sulla Scuola che si muove tra la troppa burocrazia e le poche risorse con due reportage di Giuliano Ligabue e Mariapia Veladiano.

Seguono le notizie e le rubriche con uno sguardo sul mondo e dedicate alla filosofia, l’ieri e l’oggi, la teologia e la società di Stefano Allievi, Samuele Pigoni, Goffredo Fofi e Fulvio Ferrario. Tra i libri segnalati dal mensile la recensione di Luigi Sandri al volume Nel nome della croce. La distruzione cristiana del mondo classico di Catherine Nixey, edito da Bollati Boringhieri, e Europa Matrigna. Sovranità, identità economie di Thierry Vissol (Donzelli), recensita da Mario Campli.

Tags:

Interesse geografico: