Una rete europea per i «luoghi della Riforma»

Due giorni in Austria per confrontare oltre 80 punti d'interesse

Il progetto di cooperazione europeo “Ecrr – European cultural Route of Reformation” coinvolge otto paesi dell’Europa e individua un itinerario culturale della Riforma attraverso la messa in rete di luoghi e realtà significativi del patrimonio culturale protestante europeo: il progetto è stato riconosciuto in aprile come “Itinerario culturale europeo” dal Consiglio d’Europa, che ne ufficializzerà il riconoscimento nelle prossime settimane, e molte sono le “città europee della Riforma” coinvolte, come Torre Pellice (in Italia le altre città della Riforma sono Venezia e Guardia Piemontese).

Per l’Italia sono parte del progetto sia Links (una fondazione torinese che riunisce tra l’altro Politecnico di Torino e Compagnia di San Paolo) sia la Fondazione Centro culturale valdese sia il Centro culturale protestante di Bergamo. Il 16 ottobre scorso a Velenje (Slovenia) si è riunita l’Assemblea generale dei partner dell’associazione internazionale “Ror – Routes of Reformation”, che ha dato vita a una struttura transnazionale (del Comitato di gestione fa parte Davide Rosso, direttore della Fondazione Centro culturale valdese, mentre Francesca Tasca, del Centro culturale di Bergamo, fa parte del comitato scientifico), che gestirà la rete dell’Ecrr e che ha sede in Germania. Suo ruolo è quello di promuovere la “Strada della Riforma” a livello turistico e culturale, e quindi aumentare la consapevolezza dei cittadini europei circa il significato della Riforma protestante, attraverso le testimonianze materiali e immateriali che uniscono gli oltre ottanta punti di interesse individuati finora: tra questi, oltre alle valli valdesi con la loro storia e i loro musei, anche Bergamo e Guardia Piemontese passando per Torino, ma altri ancora potrebbero aggiungersi.

Mercoledì 15 e giovedì 16 maggio a Gosau (Austria) sono previste la riunione del Comitato di gestione, quella del Comitato esecutivo e la conferenza conclusiva del progetto Interreg in virtù del quale è stato finanziato finora lo sviluppo del progetto della Strade della Riforma. La conferenza che si terrà il 16 maggio, dopo i saluti del sindaco Friedrich Posch, di Esther Scheuchl e Dankfried Kirsch (pastori a Gosau e Hallstatt), e di Gerold Lehner (sovrintendente della Chiesa protestante dell’Alta Austria), verterà sulle «Prospettive europee» e sullo sviluppo del progetto delle Strade della Riforma; seguirà una presentazione dalle varie regioni coinvolte nel progetto (per l’Italia sono previsti un intervento di Davide Rosso, e di Stefano Fraire e Luca Scolfaro – Links). Nel pomeriggio fra gli altri l’intervento di Michael Bünker, vescovo della Chiesa evangelica della in Austria, già segretario generale (fino all’Assemblea del settembre 2018 a Basilea) della Comunione di chiese protestanti in Europa.

Interesse geografico: