Summer school a Palermo su migranti, diritti umani, democrazia

Dal 10 al 14 giugno l’Università siciliana organizza la tredicesima edizione del momento di studio, al quale quest’anno parteciperà quest’anno anche Paolo Naso, coordinatore di Mediterranean Hope, per un panel sulla dimensione religiosa dell’immigrazione

Tredicesima edizione della Summer school dell’Università di Palermo sul tema delle migrazioni e dei diritti umani, promossa dal Dipartimento di Scienze Psicologiche, Pedagogiche e della Formazione dell’Università di Palermo.

Il corso estivo si svolgerà dal 10 al 14 giugno prossimi e proporrà letture, workshop, visite guidate e tavole rotonde sui temi delle migrazioni nell’area mediterranea.

Quest’anno tra i focus specifici del corso ci saranno l’analisi delle politiche e del fenomeno migratorio nell’ambito delle frontiere europee e le sfide poste dalla lotta alla tratta degli esseri umani. Il termine per le iscrizioni è il 31 marzo, tutte le informazioni sulle modalità di partecipazione e il programma sono reperibili sul sito migrationsummerschool.com.

Il coordinatore di Mediterranean Hope Paolo Naso, docente alla Sapienza, parteciperà come relatore nella mattinata di martedì 11 giugno, con un panel su “La dimensione religiosa dell’immigrazione”.

Interesse geografico: