Quanti senza casa attorno a noi?

Un «problema» ormai non solo più legato ai grandi centri urbani ma diffuso anche nelle zone periferiche

Avevo un divorzio alle spalle, ma lavoravo e anche se era difficile ce la facevo, poi l’azienda è entrata in crisi e ho perso il lavoro, io ero operaio specializzato e a più di cinquant’anni se perdi il lavoro e sei iperspecializzato fai tanta fatica. La casa era rimasta a mia moglie e così sono finito a dormire in macchina, fin quando non sono iniziati i problemi di salute.....»

Homeless. Letteralmente senza casa. Nel 2017 la Città metropolitana di Torino presentava la prima indagine ricognitiva sulla presenza di senza casa nel territorio metropolitano torinese. L’idea era quella di monitorare e di scoprire la situazione anche al di fuori della città di Torino e uno degli obiettivi dell’ente come ricorda Silvia Cossu, consigliera delegata Diritti sociali e Parità, Welfare, Minoranze Linguistiche, Rapporti con il Territorio è «di promuovere lo sviluppo di politiche interistituzionali per il contrasto delle povertà e per il superamento delle fragilità e degli svantaggi». Nel 2017 si erano posti due obiettivi: censire per numero e tipologia le strutture che a vario titolo si occupavano di homeless sui territori metropolitani e cercare di quantificare gli utenti senza dimora. I numeri parlavano di 101 strutture censite tra dormitori, social housing, mense, centri d’ascolto per la distribuzione di beni di prima necessità; 36 uffici di servizio sociale impegnati quotidianamente con utenza homeless; oltre 50 i Comuni interessati dal fenomeno e più di 30 quelli che concedevano la residenza anagrafica in una via fittizia per permettere ai senza tetto l’accesso alle prestazioni sociali e sanitarie; 550 i senza dimora in carico ai servizi sociali pubblici e alle strutture prese in esame.

Pinerolo registrava 61 homeless, Cumiana 17 (seguiti dal Ciss di Pinerolo), 6 a Perosa Argentina, 3 a Fenestrelle e 5 a Villar Perosa (in carico all’Unione Valli Chisone e Germanasca).

Nel 2018 è stata riproposta l’indagine e i dati registrati sono in aumento, come era prevedibile. Pinerolo è passato a 91 persone; Cumiana a 15 mentre è comparsa nella «classifica» Torre Pellice, cone 4 homeless. In calo in dati in val Chisone e Germanasca: 1 a Perosa e Fenestrelle e 4 Villar Perosa ma con due nuovi comuni in graduatoria: Usseaux (1) e Pinasca (2). 

I totali parlando di un incremento su base provinciale di 111 persone (da 550 a 661). 

L’indagine affronta per Pinerolo anche la questione dell’edilizia popolare: Pinerolo contava 132 domande insoddisfatte di case popolari e 103 famiglie in morosità incolpevole assegnatarie di case popolari. I numeri riguardanti le residenze anagrafiche fittizie del comune di Pinerolo sono elevati: 265 residenze anagrafiche fittizie attribuite, con una netta prevalenza di cittadini italiani (dati di fine 2017).

Interessante infine la parte conclusiva del documento con alcune interviste ai senza casa, fra cui quella riportata all’inzio dell’articolo. 

 Il rapporto, completo, è consultabile sul sito della Citta metropolitana di Torino.

 

Foto: Obdachloser Mann mit Hund in der Innenstadt von Bremen, Deutschland.

Interesse geografico: