Seguire la legge di Dio

Un giorno una parola – commento a Salmo 19, 7

La legge del SIGNORE è perfetta, essa ristora l'anima; la testimonianza del SIGNORE è veritiera, rende saggio il semplice
Salmo 19, 7

In Cristo tutti i tesori della sapienza e della conoscenza sono nascosti
Colossesi 2, 3

Il credente del Salmo ci presenta la legge del Signore con affermazioni molto importanti: perfetta, ristora l’anima, veritiera, rende saggi. Il cristiano del nostro mondo occidentale non è più in grado di cogliere la bellezza e la bontà di queste parole perché egli in sostanza non accetta la «legge». Non accetta di essere guidato e istruito per camminare secondo giustizia e per offrire opere di pace. Egli preferisce cancellare la legge sia come diritto sia come istruzione. Si crede indipendente da ogni imposizione autoritaria e libero di percorrere il proprio cammino seguendo quella che la Bibbia dichiara l’andazzo di questo mondo!

Eppure per noi è indispensabile seguire la legge del Signore e solo quella guida! Fuori da essa vi potrà essere solo il potere della nostra vanità che invece di costruire distrugge, invece di piantare sradica, invece di riconciliare rompe ogni rapporto umano. Abbiamo bisogno di quella legge del Signore perché non si tratta di un testo giuridico, ma di una persona: Gesù Cristo!

Gesù si presenta sul nostro cammino con la sua legge dell’amore e della pace chiamandoci a seguirlo, a compiere le sue opere, lui che ha già obbedito sino in fondo alla legge del Signore. Egli ha già operato nel nostro vivere distruggendo un cuore di pietra e donandoci un cuore di carne con la grande passione per la pace, la giustizia e l’amore.

Interesse geografico: