Dio ci guarderà dal maligno

Un giorno una parola – commento a II Tessalonicesi 3, 3

Il Signore degli eserciti è con noi, il Dio dei Giacobbe è il nostro rifugio
Salmo 46, 7

Il Signore è fedele ed egli vi renderà saldi e vi guarderà dal maligno
II Tessalonicesi 3, 3

Secondo la Bibbia il maligno esiste e si aggira per il mondo. Il maligno non è solo una condizione o il contrario del bene, ma è l'avversario: è la forza personificata del male. La sua presenza e la sua azione non sono assolutamente da sottovalutare. C’era già nel giardino dell’Eden, è il gran tentatore dei nostri progenitori e di Giobbe, e lo vediamo comparire in tutta la Bibbia fino all’Apocalisse. Si è materializzato davanti a Gesù Cristo stesso. Si manifesta in mille modi diversi, talvolta visibile in tutto il suo orrore, talaltra travestito da angelo luminoso. Detto questo, il suo potere contro di noi, non è altro che lo sferzare della coda di un serpente velenoso la cui testa è già stata schiacciata dal Figlio di Dio. È un immagine che ci sarà capitato di vedere in scala ridotta, per esempio con le lucertole. Contro di lui, contro l’abbraccio mortale che ci avvinghia, come ci ha insegnato Gesù Cristo, preghiamo il Padre nostro: «liberaci dal maligno», o dal Male con la M maiuscola, secondo alcune traduzioni. Quando Gesù lo incontrò gli disse «vattene Satana» e lui si allontanò. Secondo i vangeli, Cristo ha dato il potere di cacciare i demoni anche ai suoi discepoli e a «coloro che credono». Sì, non abbiate paura: «Il Signore vi guarderà dal maligno». Amen!

 

Interesse geografico: