Strasburgo. Solidarietà della FCEI alle chiese francesi

Il pastore Luca Maria Negro scrive a Christian Krieger, vicepresidente dell’Unione delle chiese evangeliche di Alsazia e Lorena e presidente della Conferenza delle chiese europee

Il presidente della Federazione delle chiese evangeliche in Italia (Fcei), pastore Luca Negro, ha indirizzato una lettera al pastore Christian Krieger, per esprimere solidarietà e vicinanza all’Unione delle chiese evangeliche di Alsazia e Lorena in seguito all’attacco terroristico che ha sconvolto Strasburgo nella serata dell’11 dicembre.

Nella città francese, dove a mezzogiorno le campane hanno suonato per dieci minuti in ricordo delle vittime, ieri sera si è svolta una veglia ecumenica nella quale i cristiani si sono incontrati e hanno pregato insieme.

Di seguito il testo della lettera.

Caro pastore Krieger,

vogliamo trasmetterle la solidarietà della Federazione delle chiese evangeliche in Italia ai fratelli e alle sorelle dell’Unione delle chiese protestanti di Alsazia e Lorena, e a tutte le persone che vivono nella bellissima città di Strasburgo. In questo tempo di dolore preghiamo per tutti coloro che hanno perso i loro cari, per chi è stato ferito e per i loro familiari; per chi ha provato paura, e anche per chi è stato così cieco da non tenere in considerazione il valore della vita umana. Confessiamo di essere ciechi anche noi, che viviamo in società in cui la rabbia e l’odio sono così diffusi. Tutti abbiamo bisogno del dono della vista, di essere guariti da Gesù.

Condanniamo questa azione terrorista, che ha posto sotto attacco il Parlamento europeo.

Nella sua qualità di presidente della Conferenza delle chiese europee, vogliamo assicurarle l’impegno dei protestanti italiani per un’Europa della pace.

In Cristo

pastore Luca Maria Negro