Diritti a testa alta 70 anni dopo

Dalle 16.00 anche a Pinerolo si ricorda la Dichiarazione Universale promulgata dalle Nazioni Unite il 10 dicembre 1948

Il 10 dicembre 1948 la allora giovane Organizzazione delle Nazioni Unite promulgò la Dichiarazione Universale dei Diritti Umani. A 70 anni di distanza è necessario domandarsi se tutto ciò che è scritto in questa Carta sia stato realizzato.

Da questa riflessione, a partire dalle 18.30 in oltre 80 città in tutta Italia, tante persone si riuniranno rispondendo all'invito di associazioni come Amnesty Internation, ActionAid ed Emergency. Anche Pinerolo aderisce a questa iniziativa intitolata  #Dirittiatestaalta.

Chiara Lauritano, referente della sezione Emergency di Pinerolo, ai microfoni di Radio Beckwith Evangelica, ha presentato l'appuntamento che vuole ricordare il valore e i principi di questa Carta. Il ritrovo in Piazza Facta è anticipato alle 16.00. Qui sono previste diverse attività per diverse fasce d'età e sostanzialmente si cercherà di leggere, pensare e ragionare sugli articoli di questa Dichiarazione.

Ciò che unirà Pinerolo a tutte le altre piazze d'Italia partecipanti sarà la fiaccolata statica con la lettura degli articoli più significativi tra i 30 indicati sulla Carta. Essenzialmente tutti gli esseri umani nascono liberi e uguali. A partire da questa affermazione così semplice ma al tempo stesso dirompente ci sono una serie di diritti che non possono mancare nella vita di tutti e tutte.
In quanti tra gli stati firmatari ha riconosciuto ai suoi cittadini tutti i diritti impegnandosi a promuoverli?

A partire dalla mappa della mobilitazione è possibile riflettere su questa e su altre domande che, a distanza di 70 anni, è necessario continuare a porsi.

Interesse geografico: