Skf Valchisone: al via la fase indoor

I ragazzi villaresi chiudono al sesto posto la prima fase del campionato

Come ogni anno il campionato di hockey prato osserva la pausa invernale che coincide con l’inizio dei campionati indoor. L’Skf Valchisone chiude questa prima fase al sesto posto, un piazzamento di tutto rispetto per una neopromossa dall’età media giovanissima. L’ultima gara, persa nettamente contro Bonomi per 9-2, non mette in discussione la buona impressione che i ragazzi di Paolo Dell’Anno hanno suscitato nei quartieri d’élite dell’hockey italiano. «Chiunque, a inizio stagione, avrebbe messo la firma per un piazzamento del genere al primo anno in A1», racconta il coach villarese. «Soprattutto nella prima parte abbiamo espresso un ottimo gioco e raccolto punti importanti, quindi il bilancio non può essere che positivo».

Nonostante ciò, l’allenatore dell’Skf Valchisone è consapevole di dover continuare a lavorare con grande impegno per migliorare ulteriormente il rendimento dei suoi ragazzi che, a guardare bene, qualche punto alla loro portata l’hanno lasciato per strada. «Il rammarico è per i pareggi in casa», spiega Dell’Anno. «Come ho detto ai ragazzi, in questa prima fase era importante prendere tutti i punti possibili, perché nel girone di ritorno molte squadre si rinforzeranno e il campionato diventerà ancora più duro». E aggiunge che «dobbiamo migliorare nei dettagli e tenere la concentrazione alta su ogni singola fase di gioco. Il livello del campionato non ti concede distrazioni e noi dobbiamo essere capaci di essere sempre in partita».

E ora si passa alla fase indoor. In questa categoria la prima squadra dell’Skf Valchisone ha come obiettivo il salto nella massima serie, sfumato la scorsa stagione a causa di una discussa sentenza del giudice sportivo che ha penalizzato la squadra. Girone unico invece per la squadra femminile che può teoricamente ambire al titolo italiano. E poi il settore giovanile: Skf Valchisone partecipa con tutte le formazioni maschili, ma le attenzioni maggiori sono puntate sulle Under 21 e 18, chiamate a confermare il titolo italiano. «Con l’Under 21 siamo già partiti con il primo raggruppamento in cui i ragazzi hanno vinto due gare sue due – racconta Dell’Anno – mentre con l’Under 18 sarà molto dura ripeterci perché molti dei ragazzi del gruppo storico sono passati di categoria, ma naturalmente come sempre daremo tutto per raggiungere il massimo obiettivo».

L’unico neo di questa parte di stagione sono le notizie che arrivano dal fronte dei finanziamenti per il nuovo campo di gioco. «Nonostante l’impegno dell’amministrazione – spiega amareggiato Dell’Anno – purtroppo non siamo riusciti a rientrare nel bando “Sport e Periferie” che ha privilegiato impianti sportivi polifunzionali. Ma il sindaco, che ha molto a cuore la nostra causa, si sta già impegnando per trovare soluzioni alternative».

Interesse geografico: