Il grande progetto di Dio

Un giorno una parola – commento a Salmo 67, 1-2

Dio abbia pietà di noi e ci benedica, faccia egli risplendere il suo volto su di noi, affinché la tua via sia conosciuta sulla terra e la tua salvezza fra tutte le genti
Salmo 67, 1-2

Benedetto sia il Dio e Padre del nostro Signore Gesù Cristo, che ci ha benedetti di ogni benedizione spirituale nei luoghi celesti in Cristo. Facendoci conoscere il mistero della sua volontà, secondo il disegno benevolo che aveva prestabilito dentro di sé, per realizzarlo quando i tempi fossero compiuti. Esso consiste nel raccogliere sotto un solo capo, in Cristo, tutte le cose: tanto quelle che sono nel cielo, quanto quelle che sono sulla terra
Efesini 1, 3.9-10

 

Questo stupendo inno della Lettera agli Efesini è una preghiera di benedizione rivolta a Dio Padre, basata sulla liturgia della sinagoga e sull’usanza di indirizzare la «benedizione» (barakah) a Dio per la creazione e la redenzione. Il suo svolgimento è dedicato a delineare le varie tappe del piano di salvezza che si compie attraverso l’opera di Cristo. Il grande progetto che Dio aveva predisposto fin dall’eternità e che ha deciso di manifestare e realizzare «nella pienezza dei tempi» in Gesù Cristo, suo Figlio. 

Le fasi di questo progetto sono distinte nell’inno dalle azioni salvifiche di Dio per Cristo nello Spirito. «Facendoci conoscere il mistero della sua volontà, secondo il disegno benevolo che aveva prestabilito dentro di sé, per realizzarlo quando i tempi fossero compiuti. Esso consiste nel raccogliere sotto un solo capo, in Cristo, tutte le cose: tanto quelle che sono nel cielo, quanto quelle che sono sulla terra». (Ef. 1, 9-10)

La prima azione di Dio, manifestata e attuata in Cristo, è l’elezione dei credenti. È un’iniziativa di Dio libera e gratuita. Fin dal principio, nel «tempo di Dio», «prima della creazione del mondo», l’eterno Padre ha agito con la sua grazia salvifica e santificante.

Diventare ed essere cristiano dipende da ciò che Cristo ha compiuto in «ogni benedizione spirituale». Il beneficio immediato consiste nel perdono del peccato, con la promessa che, rimosso il fardello del passato, la vita ha avuto un nuovo inizio. L’accento spirituale viene conferito nel momento in cui i credenti giungono a interagire con Dio «in ogni sorta di sapienza e d’intelligenza».

Ma il perdono del peccato non è che una parte del piano di redenzione di Cristo. Questo piano ha come obiettivo principale quello di raccogliere tutte le cose in Cristo. Egli viene esaltato come il Signore di ogni forma di vita, in quanto «scopo» verso il quale si sta muovendo tutta la creazione.

Interesse geografico: