Giovanni Calvino arriva a Torino

Giovedì 15 marzo la presentazione del volume «Giovanni Calvino. Il riformatore profugo che rinnovò la fede e la cultura dell’Occidente»

Giovedì 15 marzo alle 18,30 presso la Casa valdese di Torino (Corso Vittorio Emanuele II, 23) si terrà la presentazione del libro «Giovanni Calvino. Il riformatore profugo che rinnovò la fede e la cultura dell’Occidente» di Emanuele Fiume, pastore presso la Chiesa valdese di via IV Novembre a Roma. Con l’Autore parteciperanno il professor Giovanni Filoramo e il pastore Paolo Ribet.

«Il libro – ricorda l’editore Salerno – è un lungo percorso nella vita e nell’opera del riformatore più estremo e controverso del suo tempo, e non solo. L’autore ripercorre le tappe della vita di Calvino fin dall’infanzia, passando per la formazione, dapprima giuridica poi letteraria, in una Francia che si stava trasformando, fino alla frattura con i luterani, la conversione e la fuga. Unico tra i grandi Riformatori ad aver operato in esilio e in ambienti composti soprattutto da profughi, nell’ambito della precarietà del suo tempo, dotato di una singolare personalità, tenne sempre fede all’abbondante produzione del suo pensiero. Ne emerge una descrizione viva degli ambienti, dei punti di forza e di debolezza dell’uomo e del teologo e delle nuove prospettive aperte dalla sua azione e dal suo pensiero. Attraverso l’analisi delle fonti, l’opera intende superare la secolare stratificazione di pregiudizi, esaltazioni e demonizzazioni che il nome di Calvino richiama ancora alla mente».

Qui la locandina

Emanuele Fiume è pastore della chiesa valdese di Roma e insegna Storia della Riforma presso la Facoltà pentecostale di Scienze religiose di Aversa. Tra le sue pubblicazioni ricordiamo appena Protestantesimo, un’introduzione, del 2008. 


Il pastore Emanuele Fiume presiederà il culto di domenica 18 al tempio di Torino in Corso Vittorio Emanuele II, 23.

 

Foto: Jean Calvin, painted portrait DDC_8751

 

Interesse geografico: