Hc Valchisone: titolo nazionale indoor per l’under 18

Una nuova generazione di campioncini fatti in casa conquista il tricolore e i tre premi individuali

Un nuovo titolo italiano per l’Hockey Valchisone: dopo l’under 21, anche l’under 18 si laurea campione d’Italia indoor aggiudicandosi la finale a quattro di Bondeno, in provincia di Ferrara, disputata nello scorso fine settimana. I ragazzi di Paolo Dell’Anno si confermano per il terzo anno consecutivo, nonostante la squadra sia profondamente mutata rispetto alle precedenti edizioni. «Una nuova nidiata – spiega il condottiero Dell’Anno – che è cresciuta all’ombra della precedente. Quasi tutti i ragazzi sono del 2001 e 2002, mentre le formazioni che abbiamo affrontato schieravano per la maggior parte dei 2000, cosa che dà ulteriore pregio alla nostra vittoria». Anche in quest’occasione i neroverdi non si sono fatti mancare nulla: oltre al titolo nazionale, si sono infatti aggiudicati anche i tre premi individuali con Dalen Grosso miglior giocatore e miglior realizzatore e Andrea Dell’Anno miglior portiere.

Bonomi, Padova e i padroni di casa del Bondeno: questi gli avversari della formazione villarese in una intensa due giorni di gare con un girone all’italiana e le finali basate sulla classifica del raggruppamento. All’esordio c’è stata la vittoria contro Bonomi per 3-2, seguita dal successo più netto su Padova per 7-2. Ormai sicuro della finale, Dell’Anno ha potuto utilizzare l’ultimo incontro con Bondeno per schierare alcuni ragazzi più giovani e meno esperti. Ha vinto il Bondeno per 3-1, ma il risultato passa in secondo piano. «L’occasione di avere già la certezza della finale ci ha permesso di schierare i ragazzi che avevano giocato meno, per fare esperienza e crescere ulteriormente. Abbiamo perso, ma era preventivabile. La gara che contava era la finale».

E così, poche ore dopo, le due formazioni si sono affrontate per l’assegnazione del titolo e l’HC Valchisone è riuscita  a imporsi per 4-2 sui padroni di casa, giocando una partita tatticamente perfetta, costruita sulla difesa e sulle ripartenze veloci. «Tradizionalmente abbiamo sempre schierato squadre che giocavano all’attacco – racconta Dell’Anno – mentre questa volta ci siamo dovuti adattare a un avversario che ci ha messo grande pressione, ma noi siamo stati perfetti nell’interpretare la gara e sfruttare al meglio ogni occasione di contropiede». E a giocare in casa sembrava che fossero i villaresi, con i ragazzi delle altre squadre a incitare Valchisone durante tutto l’incontro. «Vincere con questa continuità e allo stesso tempo riuscire a risultare simpatici è motivo di ulteriore soddisfazione», afferma Dell’Anno.

Archiviato l’ennesimo trofeo, i ragazzi si proiettano ora sulla stagione outdoor. Molti dei componenti di questo gruppo fanno già parte della squadra senior, impegnata nel campionato di A2, e rappresentano, anche in prospettiva, un patrimonio per la società «Guardando le altre squadre di A2 – spiega il presidente – abbiamo notato che molte si sono rinforzate acquistando giocatori stranieri. Noi continuiamo sulla nostra linea “made in Val Chisone” che ci sta dando grandi soddisfazioni e siamo sicuri di potercela giocare con qualsiasi avversario».

Interesse geografico: