A Roma rilanciata la piattaforma interreligiosa per la Repubblica Centrafricana

Alla presenza dei vertici cattolici, musulmani e protestanti del paese africano è stato dato nuovo impulso al tavolo per il dialogo e la pace

Fra i 13 nuovi cardinali nominati sabato scorso da papa Francesco c’è Dieudonné Nzapalainga, che in qualità di arcivescovo di Bangui accolse lo scorso anno il pontefice in Repubblica Centrafricana da dove, con l’apertura della porta santa della cattedrale di Notre Dame, venne ufficialmente dato il via all’anno misericordia. Nzapalainga è il primo cardinale della storia dello stato africano ed attualmente è il più giovane componente del collegio cardinalizio della chiesa cattolica. In questi giorni a Roma è stato fra i protagonisti del rilancio della piattaforma interreligiosa creata nel 2013 nel tentativo di pacificare una nazione sconvolta da anni di guerre intestine. Del tavolo di confronto fanno parte anche Nicolas Guerekoyame- Gbangou, presidente dell’alleanza evangelica della Repubblica Centrafricana, rappresentato per questo viaggio in Italia dal pastore Phillipe Sing-Na della comunità delle chiese apostoliche del Centrafrica, e l’imam Omar Kobine Layama, presidente della comunità islamica del paese. I tre religiosi si sono prima incontrati, nella giornata di lunedì 21 novembre, negli spazi della Comunità di Sant’Egidio che è fra i soggetti che più si stanno spendendo per promuovere un dialogo costante fra le parti in causa, ed è stata questa l’occasione per tornare a premere l’acceleratore perché sono troppi i morti pianti in questi anni per le violenze che sconvolgono la nazione. E anche se non è l’odio fra le varie religioni la causa principe degli scontri e delle mattanze, ad esse è demandato il ruolo di divenire incubatoi della pace, del dialogo, della riconciliazione fra le parti sociali e politiche lacerate dalla guerra civile. In questa direzione va la visita compiuta il giorno seguente, ieri martedì 22 novembre alla grande mosceha di Roma semre da parte dei tre leader religiosi che insieme si sono raccolti in preghiera ancora una volta per promuovere la pace e la comprensione nell’ex colonia francese.

Immagine: By hdptcar from Bangui, Central African Republic - Rebel in northern CAR 02, CC BY-SA 2.0, https://commons.wikimedia.org/w/index.php?curid=5393273

Interesse geografico: