Claudiana acquisisce Paideia

Importante accordo editoriale fra la casa editrice protestante e quella bresciana specializzata in saggistica cristiana

In un mondo editoriale che negli ultimi anni ha messo in campo profonde trasformazioni per rispondere alle sfide del mercato – sfide che coinvolgono anche l’editoria religiosa –, Claudiana scommette sul futuro: dal 1° gennaio 2017, Claudiana, editore di riferimento del mondo protestante in Italia, acquisisce uno dei marchi storici del settore, Paideia, casa editrice bresciana specializzata in saggi e studi di critica filologica e storica applicata ai testi dell’antichità classica e cristiana e all’Antico e Nuovo Testamento.

I quattro soci di Claudiana – Chiesa Evangelica Valdese, Chiesa Evangelica Luterana in Italia, Unione Cristiana Evangelica Battista d’Italia e Opera per le Chiese Evangeliche Metodiste in Italia – esprimono

«grande soddisfazione» per un più forte posizionamento della casa editrice torinese nel mercato editoriale italiano, come spiega il direttore Manuel Kromer: «La nuova realtà editoriale che viene a configurarsi con l’acquisizione si inserirà con maggiore forza nel panorama editoriale italiano, religioso e non solo, permettendo sinergie commerciali e distributive assai interessanti. I cataloghi Paideia e Claudiana si integrano felicemente l’un altro con un arco di pubblicazioni che va dal divulgativo all’accademico- scientifico nel grande ambito degli studi biblici e religiosi che condividiamo. Inoltre, la prospettiva filologica di Paideia ben si addice all’orientamento critico della tradizione protestante».

Andrea Ribet, presidente del Consiglio di amministrazione di Claudiana, aggiunge: «Con l’acquisizione di Paideia, Claudiana acquista una dimensione che la posiziona con grande autorevolezza nel mercato religioso non solo italiano ma internazionale. La “nuova” Claudiana diventa una delle principali editrici a fare da ponte tra le culture protestanti nordeuropee, nordamericane e l’Italia, assolvendo così con maggiore efficacia uno dei suoi compiti storici».

Marco Scarpat, figlio del fondatore di Paideia, Giuseppe, ha così motivato la cessione della casa editrice dopo un sessantennio di vita autonoma: «Dopo tanti anni passati a occuparmi, insieme a mio padre prima e, in seguito, in prima persona, di tutto quello che ruota intorno all’editrice, voglio potermi dedicare soltanto alla direzione editoriale e alla curatela dei volumi, lasciando ad altri l’onore e l’onere degli aspetti amministrativi e commerciali. La consapevolezza che tra i cataloghi Paideia e Claudiana ci sia un’affinità profonda mi ha convinto che questa sia la scelta giusta e migliore per il futuro di Paideia, amatissima creatura di mio padre e mia».

Manuel Kromer ha infine precisato che, «ferme restando le sinergie commerciali e distributive dell’operazione, ciascun marchio continuerà a pubblicare opere in continuità con la rispettiva tradizione, valorizzando al massimo le proprie specificità».

 

CLAUDIANA

Editrice di riferimento del mondo protestante, Claudiana fu fondata a Torino nel 1855. Fedele allo storico compito di promozione e studio della Bibbia, pubblica una trentina di novità l’anno su storia e pensiero della Riforma in Italia ed Europa, teologia protestante, cattolicesimo critico, questioni di attualità etica e opere per ragazzi.

PAIDEIA

Fondata a Brescia nel 1961, Paideia pubblica saggi e studi di tema biblico, religioso e classico che poggiano su una solida base storica e filologica, il cui punto di forza sta nella comprensione del testo antico in lingua originale, sia il greco o il latino, sia l’ebraico o altra lingua semitica. L’editrice pubblica una dozzina di libri l’anno.

Immagine: Di Mkromer di Wikipedia in italiano - Trasferito da it.wikipedia su Commons da Caulfieldh., Pubblico dominio, https://commons.wikimedia.org/w/index.php?curid=4167327

Interesse geografico: