Ti loderò tra le nazioni e salmeggerò al tuo nome
Salmo 18, 49

Paolo proclamava il regno di Dio e insegnava le cose relative al Signore Gesù Cristo, con tutta la franchezza e senza impedimento
Atti 28, 31

 

Davide si era ritrovato dalla stalla (o meglio: dall’ovile) alle stelle per opera del Dio d’Israele – chi poteva essere più riconoscente di lui? Non solo: l’umile pastorello aveva dovuto affrontare ogni sorta di traversie e di pericoli, dalla persecuzione di re Saul alla minaccia degli eserciti dei filistei. Eppure, ogni qual volta la situazione era disperata e tutto sembrava perduto, il Signore lo soccorse e lo liberò. Perciò, si possono ben comprendere la sua esultanza e la sua lode. Al suo posto, chi non farebbe altrettanto? Perché è naturale ringraziare Dio quando si sperimenta il suo aiuto sulla propria pelle!

Ma quando si è semplici uditori di meraviglie passate, di prodigi lontani i cui beneficiari sono morti da lungo tempo, in questo caso entusiasmarsi diventa più difficile. Anzi, è già tanto se si riesce a raggiungere un tiepido fervore. Le parole dell’antico salmista, tuttavia, non vogliono essere soltanto il canto di testimonianza di un uomo che si sentì oggetto di grazia, né il semplice resoconto della storia di Davide. Ma quella testimonianza individuale dell’intervento di Dio nella storia di Davide, diventò – per chi ne fu spettatore – costatazione collettiva dell’azione di Dio nella Storia d’Israele.

Se questo antico Salmo è giunto sino a noi, è perché dalla certezza oggettiva del fatto che il Re fu salvato, prova dell’amore di Dio per il suo Unto, si è passati alla certezza soggettiva del fatto che gli uomini e le donne continuano a essere salvati, prova dell’amore di Dio per i suoi figli e le sue figlie. Questo componimento, e tanti altri passi simili della Scrittura, non ci invita soltanto a gioire per un lontano avvenimento, né a farne semplicemente memoria, ma a meditare che quell’antica salvezza è parte di unica e medesima storia della salvezza: la nostra.

Immagine: By Utilisateur:Djampa - User:Djampa - Own work, GFDL, https://commons.wikimedia.org/w/index.php?curid=8989407