Una giornata di festa al Centro culturale valdese

«Cuore» dei festeggiamenti il «Costume valdese»

Il costume femminile valdese sarà il tema su cui si concentrerà principalmente domenica 19 giugno la giornata a porte aperte al Centro culturale valdese di Torre Pellice.

Una mostra dal titolo «Un patrimonio femminile: abiti e costumi al Museo valdese tra documenti e immagini» illustrerà stoffe utilizzate per i vari componenti del costume valdese, i suoi ornamenti e le tecniche di cucitura, ma entrerà anche nel ricco e variegato mondo dell’educazione femminile, della tradizione orale e del patrimonio trasmessi da madre a figlia, farà un breve raffronto con l’abbigliamento del territorio circostante, una panoramica sul costume valdese nella letteratura, parlerà del suo utilizzo e della sua funzione nel tempo, fino alla nostra epoca, in cui è diventato costume folcloristico, e ha finito con il rappresentare nell’immaginario collettivo la presenza valdese in queste valli. La mostra sarà allestita nella Sala Paschetto e sarà inaugurata alle ore 15, rimanendo visitabile fino al 31 agosto.

All’esterno Piera Barolin e la figlia Monique Piston illustreranno dal vivo «come si fa il costume valdese: vestito, scialle, grembiule, cuffia», fra le 15 e le 18,30.

Anche gli stand su via Beckwith offriranno alcuni manufatti, libri e oggetti sul costume valdese.

La presentazione di fotografie e documenti alle 17,30 nell’Archivio storico sarà ancora incentrata sulle donne valdesi.

Il resto della giornata prevederà due visite guidate e animate al Museo storico (alle 10,30 e alle 16,30); nella sala di lettura della biblioteca alle 16 verrà trattato il tema «Pacifismo e Federalismo», con la presentazione dei libri: F. M. Giordano, A Federal Vision of Christian and European Unity. An Insight into Pacifism, Europeanism and Ecumenism in Italian Protestantism, Peter Lang, 2016; Susanna Peyronel, Filippo M. Giordano (a cura di), Federalismo e Resistenza: il crocevia della dichiarazione di Chivasso (1943), collana della Società di studi valdesi n. 37, Claudiana, Torino, 2016. Verrà esposta la recente mostra curata da Davide Rosso: «Pace, libertà ed Europa. 1897-1916: il movimento internazionale per la pace e l’arbitrato passa anche per Torre Pellice».

Nel corridoio si potrà vedere «Una finestra sul patrimonio culturale valdese. Curiosità dai depositi: Il calamaio “cinese” di Cesare Beccaria e di Carlo Botta» in cui verrà illustrata la curiosa vicenda di un oggetto oggi conservato al Museo, che in passato è appartenuto a tre generazioni di italiani illustri (Cesare Beccaria, Giulia Manzoni e Carlo Botta); anche questa esposizione sarà aperta fino al 31 agosto. Nella sala archeologica si potrà vedere la collezione permanente di reperti preistorici, etruschi, egizi, greci, romani e fenici.

Alle 18,30 – a conclusione della giornata – avrà luogo nel tempio valdese, di fronte alla Fondazione, un breve concerto dei «Vietraverse», trio pinerolese per voce e strumenti, che presenterà un recente lavoro di ripresa di brani tradizionali delle valli valdesi.

L’appuntamento è dunque fissato alle 10,30 del 19 giugno, con l’apertura dell’intera struttura, dei banchi libri, dello stand informativo e con la visita animata in costume al Museo storico. Alle 11,30 verrà offerto un aperitivo a tutti i visitatori e Davide Rosso, direttore del Centro culturale valdese, presenterà ufficialmente il programma della giornata.

Interesse geografico: