Terremoto in Ecuador, aiuti concreti

La Federazione delle chiese evangeliche in Italia lancia una sottoscrizione

In seguito al violento terremoto di magnitudo 7.8 che nella notte tra sabato e domenica scorsa ha colpito l’Ecuador, la Federazione delle chiese evangeliche in Italia (Fcei) ha lanciato una sottoscrizione per l'aiuto alle vittime. Il sisma, che ha avuto il suo epicentro vicino alla città costiera di Muisne, è stato il più violento verificatosi nella regione da almeno 36 anni, con ingenti danni ad abitazioni e infrastrutture. Il numero dei morti ha superato le 500 persone, migliaia sono i feriti, mentre il numero dei dispersi è ancor incerto.

«La popolazione ecuadoregna così duramente colpita da questa catastrofe è al centro dei nostri pensieri e delle nostre preghiere», ha dichiarato il presidente della Fcei, il pastore Luca Maria Negro a nome di tutte le chiese aderenti alla Fcei. Per inviare donazioni è possibile utilizzare i seguenti conti correnti specificando la causale "Terremoto Ecuador":

Banca Prossima - IBAN: IT79C0335901600100000112766 - SWIFT/BIC: BCITITMX771

Conto corrente postale FCEI n° 38016002 - intestato alla Federazione delle chiese evangeliche in Italia -

IBAN: IT54S0760103200000038016002 - BIC/SWIFT: BPPIITRRXXX

I fondi raccolti saranno destinati principalmente all'organizzazione umanitaria Action by Churches Together - ACT Alliance, una coalizione di 140 chiese associate al Consiglio ecumenico delle chiese (Cec) e alla Federazione luterana mondiale (Flm).

Foto: via https://www.youtube.com/watch?v=E5q7UdSelOs

Interesse geografico: