A Firenze il XXVI Convegno su “Raccontaminazioni - l’interculturalità”

Anche quest’anno i promotori sono la Diaconia valdese e la Federazione giovanile evangelica 

«Il modo in cui si racconta l’essenza del nostro tempo, cioè l’incontro fra persone portatrici di differenti culture, costruisce visioni del mondo e della società che impattano in modo determinante sulla qualità della vita sociale»: è questo il focus del XXVI Convegno della diaconia che si terrà sabato 5 marzo a Firenze presso l’Aula magna della Foresteria valdese, con il titolo “Raccontaminazioni – Comunicare l’interculturalità”. Ad organizzarlo sono la Diaconia Valdese e la Federazione giovanile evangelica in Italia (Fgei).

«Riflettere sui contenuti e sulle modalità, con tutte le interconnessioni che ne derivano, della comunicazione relativa ai fenomeni interculturali contemporanei: dalle migrazioni, all’integrazione, al senso di sicurezza. La contaminazione – proseguono i promotori – nella sua intrinseca ambivalenza, richiama la complessità del fenomeno e la responsabilità profonda che abbiamo, nel nostro lavoro diaconale e di testimonianza cristiana, nel comunicare (internamente ed esternamente) in modo corretto e coerente il messaggio dell’evangelo declinato in questa concreta situazione che stiamo vivendo, nella chiesa come nella società». Il programma prevede il saluto introduttivo di Giovanni Comba, presidente della Csd, la meditazione biblica e gli interventi di Enrico Benedetto, Matteo Scali e Saverio Tommasi. Sono previsti anche laboratori di gruppo in mattinata e una plenaria conclusiva nel pomeriggio. Per informazioni 055 212576 o info@firenzeforesteria.it.

Interesse geografico: