Bergoglio presto in visita alla moschea di Roma

Ricevuto stamane l’invito ufficiale, la data utile dovrebbe esser il 27 gennaio. Diventerà il primo papa ad entrare nella moschea della capitale

La settimana prossima, mercoledì 27 gennaio, papa Bergoglio potrebbe diventare il primo pontefice a visitare la grande moschea di Roma. Usiamo ancora il condizionale perché l’invito ufficiale è stato consegnato in Vaticano stamane, in occasione dell’incontro fra Francesco e una delegazione del mondo musulmano in Italia, fra cui l’imam Yahya Pallavicini, vice presidente della Coreis, la comunità religiosa islamica italiana, Abdellah Redouane, direttore del centro islamico culturale d’Italia, e i rappresentanti proprio della moschea della capitale. Sono diversi mesi che si lavora su questo progetto, e l’auspicio dovrebbe diventare realtà nell’arco di pochissimi giorni. Diventeranno così tre le moschee visitate da Francesco nei pochi anni di pontificato, dopo la moschea blu di Istanbul nel 2014 e quella di Koudoukou in Repubblica Centrafricana nel corso del recente viaggio apostolico.

Il primo papa in assoluto a entrare in una moschea è stato “l’uomo delle prime volte” Giovanni Paolo II, nel 2001 a Damasco, capitale del Libano. Fu poi la volta di Benedetto XVI sempre alla moschea blu nel 2006.

La moschea di Roma è la più grande dell’occidente e può ospitare oltre diecimila fedeli. La prima pietra venne posata nel 1984 alla presenza del presidente della Repubblica Sandro Pertini, e l’inaugurazione avvenne il 21 giugno 1994.

Foto "Moschea - sala principale 3082-6" di user:Lalupa - Opera propria. Con licenza Pubblico dominio tramite Wikimedia Commons.

Interesse geografico: