Le iniziative contro la violenza sulle donne nel pinerolese

Sono molti gli appuntamenti dei prossimi giorni, che coinvolgono le chiese valdesi del territorio

Mercoledì 25 novembre ricorre la Giornata internazionale per l'eliminazione della violenza contro le donne, e le iniziative, fortunatamente, sono tante, diverse, e distribuite un po' ovunque sul territorio pinerolese.

«Nella Chiesa valdese di Luserna – spiega il pastore Giuseppe Ficara – si è costituita una commissione che si occupa di diaconia pubblica, trattando temi importanti che toccano tutta la società. Questa commissione ci ha permesso di realizzare una collaborativa sinergia con il Comune, col quale abbiamo individuato le aree che più necessitano di attenzione; la violenza contro le donne è una di queste».

Nell'ottica di questa unione d'intenti, Comune e Chiesa valdese hanno organizzato una serata pubblica che si terrà sabato 21 novembre presso la Saletta d'Arte di via Ex-deportati ed internati. Sarà un momento per riflettere ma anche per condividere i propri pensieri, esprimere perplessità e fare domande, e magari trovare insieme soluzioni condivise.

«Abbiamo chiamato questa serie di iniziative Colora il mondo di arancione – Continua Ficara – ispirandoci alla campagna contro la violenze sulle donne della Segreteria nazionale delle Nazioni Unite. Vorremmo poter permettere alla realtà nascosta e strisciante delle violenze di genere di venire a galla e di poter essere espressa ed affrontata, non solo dalle vittime, ma anche da quegli uomini che possono comprendere come la reazione violenta non sia la soluzione dei conflitti o dei problemi familiari».

In occasione della serata del 21 novembre, sarà presentata una mostra fotografica pensata da Maschile Plurale e proposta dal Gruppo Uomini in Cammino e verrà proiettato un lungometraggio uscito da poco nelle sale cinematografiche, basato su una storia vera: Difret, il coraggio per cambiare. Un film in grado di far riflettere anche su come accorgersi della presenza di una violenza, e non rimanere indifferenti di fronte ad essa.

Il Comune e la Chiesa di Luserna non sono gli unici ad organizzare eventi in occasione del 25 Novembre: anche la Città di Pinerolo, coinvolgendo diverse associazioni del territorio, ha pensato a diversi appuntamenti per la Giornata internazionale per l'eliminazione della violenza alle donne.

Dal 21 novembre al 5 dicembre, presso l'Ipercoop di Pinerolo, sarà esposta l'installazione Uscire dalla violenza si può a cura delle volontarie di Svolta Donna. Mercoledì 25 novembre, alle ore 17, in pazza Facta, verrà reso omaggio alle donne assassinate nell'anno 2015, con una suggestiva commemorazione intitolata Per non dimenticare, per denunciare la grave realtà della violenza sulle donne e dei femminicidi.

Infine giovedì 26 novembre, alle ore 21, presso il tempio valdese di Pinerolo, in via dei Mille 1, sarà presentato: Voci/Musica, parole e voci al femminile, un evento per valorizzare la creatività delle donne, con un riferimento all'arte della recitazione e della musica.

«Si tratta di iniziative molto importanti – ha dichiarato Eugenio Buttiero, sindaco di Pinerolo – Non si parla mai abbastanza di questo tema, che è già taciuto, molto spesso, da chi ne è vittima in prima persona. Bisogna quindi abbattere questo muro del silenzio, per denunciare un atto così grave, quale la violenza in generale e in particolare quella rivolta contro le donne. L'obiettivo delle giornate è quello di sensibilizzare l'opinione pubblica su questo tema, con l’auspicio che manifestazioni di questo tipo, un giorno, non siano più necessarie».

Foto Rbe