Martin Lutero raccontato in un musical

Successone per il “Pop-Oratorium” sulla vita del riformatore tedesco andato in scena a Dortmund. Nel 2017, per il Cinquecentenario della Riforma, sarà in tournée in tutta la Germania

3000 coristi, 12 professionisti di musical, un’orchestra sinfonica con 40 strumenti, un complesso rock, un palco di 400 m2, mille luci e 2 ore di spettacolo per un pubblico da 16mila visitatori: questi i numeri della prima mondiale del “Pop-Oratorium LUTHER” dedicato alla vita del riformatore Martin Lutero (1483-1546) ed eseguito in occasione della Festa della Riforma lo scorso 31 ottobre nella “Westfalenhalle” di Dortmund (Germania). Spaziando tra vari generi musicali, dalle tonalità medievali, passando per il barocco fino alla canzone pop e a musiche più propriamente rock, il musical – con i testi di Michael Kunze e con le musiche di Dieter Falk - racconta la storia del monaco agostiniano nato a Eisleben, che con le sue 95 tesi affisse sul portale della Schlosskirche di Wittenberg osò opporsi all’autorità della chiesa. Lo spettacolo si apre con la Dieta di Worms del 1521, presieduta dall’imperatore Carlo V d'Asburgo, nel corso della quale a Martin Lutero venne chiesto di ritrattare le sue tesi. Ma Lutero, invece di abiurare, difese le sue tesi. Il musical volutamente sottolinea l’aspetto più umano del monaco: è pieno di paure, dubbi, conflitti di coscienza, ma poi rimane saldamente ancorato alle sue convinzioni.

«La nostra intenzione non è quella di evangelizzare o diffondere un messaggio biblico particolare. Vogliamo raccontare la storia accattivante di un uomo controcorrente che ha fatto la Storia, e che ha plasmato significativamente la cultura di questo paese e di tutto il mondo», spiega il noto compositore e produttore Dieter Falk. Per l’autore Michael Kunze è uno spettacolo che parla di questioni esistenziali e per questo, riguarda ognuno di noi. Il mega-evento, seppure promosso dalla Fondazione “Creative Kirche”, in collaborazione con la Chiesa evangelica della Vestfalia, e patrocinato da Margot Kaessmann, ambasciatrice della Chiesa evangelica in Germania (EKD) per il Cinquecentenario della Riforma, vuole essere laico ed ecumenico: allo spettacolo hanno attivamente partecipato 1400 persone delle chiese evangeliche del Land Nordreno-Vestfalia, 700 cattolici, e molti cristiani di chiese libere, ma anche persone senza confessione alcuna. E non è un caso se il “Pop-Oratorium” è stato sopranominato il “progetto delle mille voci”.

Alla manifestazione di Dortmund erano presenti numerose personalità della politica, della cultura, dello spettacolo e del mondo delle religioni. Nel 2017 il musical sarà in tournée in 8 città tedesche, per concludersi il 29 ottobre a Berlino, a due giorni dal Cinquecentenario della Riforma che cadrà il 31 ottobre 2017.

Foto via „Stiftung Creative Kirche“

Interesse geografico: