Laicità come diritto di cittadinanza nella scuola

Sabato 23 il convegno nazionale dell'Associazione 31 Ottobre

L’Associazione 31 ottobre per una scuola laica e pluralista organizza sabato 23 maggio a Torino, al Liceo Albert Einstein, il convegno nazionale annuale. Il titolo di quest’anno sarà «Laicità come diritto di cittadinanza nella scuola» e l'intenzione è di andare oltre al ragionamento sull'ora di attività alternativa alla religione cattolica nella scuola.

Silvana Ronco, presidente della 31 ottobre, spiega che «la volontà è di raccogliere tutte le situazioni che nella scuola si riscontrano ogni giorno e sui cui si incrociano i discorsi di studenti, genitori, insegnanti e dirigenti scolastici: la libertà di insegnamento e di scelta educativa per i genitori, l'inserimento dei migranti, le questioni legate all’educazione di genere, i problemi legati all’omosessualità manifestata all’interno della scuola sia da parte di chi insegna che da chi apprende. Questa serie di punti di vista, diversi ma legati dal comune denominatore del rispetto e della libertà di ognuno di noi, saranno trattati in maniera trasversale. La laicità si declina in vari modi nella scuola di oggi, cerchiamo in questo convegno di raccogliere più aspetti, che possano interessare il maggior numero di persone. In questo periodo di analisi e commenti sul disegno di legge sulla buona scuola, verificheremo certamente anche le novità sul profilo della laicità e quali sono i cambiamenti che il governo porterà in questo settore».

Il ventaglio di queste possibili situazioni saranno affrontate nell'arco del convegno, che partirà dal mattino con quattro relatori: Silvia Bodoardo del Coordinamento per la Laicità della Scuola, Marco Chiauzza della Federazione Nazionale Insegnanti e dirigente del Liceo Einstein di Torino, Nuccia Maldera del Movimento di Cooperazione Educativa e Lino Manfredi dell'Agedo Associazione di Genitori Di Omosessuali.

Il pomeriggio sarà dedicato al tema pubblico/privato, come si declina nella scuola pubblica statale, ma anche nelle private, aspetto importante del panorama dell'istruzione italiana. Parteciperanno la storica delle religioni Maria Chiara Giorda, la sociologa della famiglia Chiara Saraceno, il presidente della Federazione Italiana Scuole Materne Redi Sante di Pol. Il comparto degli insegnanti di religioni sarà rappresentato da Alberto Pisci dell'Ufficio Scuola della Diocesi di Torino. Sarà presente un portavoce dell’Ufficio Scolastico Regionale Piemonte e Gianna Pentenero assessora all’Istruzione, Formazione e Lavoro della Regione Piemonte.

L'invito alla partecipazione è rivolto a tutti, ogni informazione ulteriore si può trovare sul sito

Foto: "Rm46" di Candelwicke di Wikipedia in inglese - Trasferito da en.wikipedia su Commons.. Con licenza Pubblico dominio tramite Wikimedia Commons.

Interesse geografico: