Slalom nel cantiere per assistere al culto

A Bergamo i lavori in corso di domenica impediscono ai membri della chiesa valdese di accedere al tempio

Sgradita sorpresa per fratelli e sorelle della chiesa valdese di Bergamo, domenica 8 marzo. All’approssimarsi dell’ora del culto, che avrebbe fra l’altro visto la predicazione del pastore Eugenio Bernardini, moderatore della Tavola valdese, l’accesso al tempio, la cui apertura risale addirittura al 1876, era ostruita da due TIR. I relativi addetti, e i mezzi meccanici stessi erano impegnati nello smontaggio della gru, che aveva servito un cantiere adiacente.

«C’è chiaramente scritto nella bacheca che ogni domenica si tiene il culto – afferma Luciano Zappella, presidente del Consiglio di chiesa –; ma nessuno si era sognato di avvertire la chiesa valdese. Il marciapiede era bloccato, l’area era delimitata dal nastro bianco e rosso dei cantieri; due operai impedivano l’accesso, e solo dopo le nostre rimostranze hanno acconsentito a lasciarci entrare nel tempio. Una soluzione “all’italiana”, come sempre capita in queste situazioni: che cosa sarebbe accaduto nel caso di un qualunque incidente?».

Un ennesimo, banale ma ennesimo, episodio di non rispetto dell’identità altrui: difficilmente sarebbe successo un caso analogo di fronte al duomo cittadino.

La nota sulla pagina Facebook  della chiesa valdese di Bergamo

 
Foto Facebook

Interesse geografico: