Sabato 4 e domenica 5 anche la Claudiana a «Portici di Carta»

L’importante vetrina torinese del libro giunta all’ottava edizione

 Due chilometri, 120 bancarelle, via Roma, piazza Carlo Felice, piazza San Carlo e piazza Castello invase dai libri. Tutto questo è «Portici di Carta», la due giorni torinese (4 e 5 ottobre) dedicata alla promozione dell’amore per la lettura. La kermesse, giunta all’ottava edizione, è una costola del Salone Internazionale del Libro, ed è una ghiotta occasione per gli amanti delle parole stampate; con una semplice passeggiata attraverso il salotto buono della città si potranno ricevere numerose e assai differenti sollecitazioni, per tutti i gusti. Domenica 5 ottobre inoltre sarà una delle giornate ecologiche istituite dal Comune, per cui si prevede una fiumana di presenze anche fra le bancarelle dei «Portici di Carta».

La casa editrice Claudiana, legata al mondo protestante italiano, conferma la sua ormai storica presenza. Sara Platone della sede di Torino ci motiva il perché dell’adesione: «Innanzitutto ci teniamo a partecipare per essere inseriti appieno nella città in cui operiamo, offrendo il nostro contributo al successo di simili lodevoli iniziative. Saremo presenti con un banchetto nel tratto di via Roma più prossimo a piazza Castello con una selezione delle nostre pubblicazioni. Libri quindi sul protestantesimo italiano, sulle valli valdesi e sulla storia del valdismo; volumi sull’ebraismo, l’induismo, l’islamismo, la spiritualità spiegata ai bambini, la teologia femminista, la bioetica e la cucina nelle altre culture».

Sabato 4 gli stand saranno aperti dalle ore 10 alle 24 e domenica 5 dalle 10 alle 20. «Un bell’impegno – conclude Sara Platone – per noi possibile grazie al grande supporto del gruppo di volontari Amici della Libreria, che presidieranno la postazione fornendo informazioni utili e distribuendo materiale informativo, quale ad esempio quello relativo al testamento biologico».

Info utili su www.porticidicarta.it e www.claudiana.it

Foto via

Interesse geografico: