Ogni cosa ha senso nei piani di Dio

Un giorno una parola – commento a Romani 5, 3-4

Il Signore ha dato, il Signore ha tolto; sia benedetto il nome del Signore
Giobbe 1, 21

Sappiamo che l’afflizione produce pazienza, la pazienza esperienza, e l’esperienza speranza
Romani 5, 3-4

C’è una certezza lieta e ferma nella fede dell’apostolo Paolo, che è la fede di un credente; ne consegue che la fede di un credente deve essere ferma e lieta: da dove sgorga questa letizia e questa fermezza? Dal sapere che ogni cosa che accade nella vita non è priva di senso ma manifesta il suo pieno significato in un piano che Dio ha per i suoi. Paolo dà per scontata, pacifica, una conoscenza: Sappiamo di poterci gloriare anche nelle afflizioni perché, dirà altrove, tutte le cose cooperano al bene di quelli che amano Dio. Cooperano: ed il cooperare implica un’azione mirata ad un fine, si coopera per un progetto, per una finalità, per un piano, quindi c’è un’azione indirizzata ad un traguardo, ad un senso, non alla casualità o al nulla. C’è una barca che naviga verso un porto ed è (pre) destinata ad approdare ad un porto sicuro perché tutte le cose cooperano al bene di coloro che amano Dio. Anche se le onde intorno alla nostra caduca barca sono minacciose ed appaiono troppo alte per noi; anche se la struttura della nostra imbarcazione ci appare troppo fragile e cadente per resistere nelle tempeste, anche se spesso sembra che non ne valga affatto la pena di continuare a remare in un mare che ti agita qua e là, vanificando, apparentemente, i tuoi sforzi e la tua fatica, ora noi sappiamo! Perché? Chi mi assicura la meta? Cosa dovrebbe garantirmi la forza per resistere? Ho la necessità di uno sprazzo di sole in questa pioggia che mi è entrata fin dentro le ossa, ho bisogno del suo calore per trovare un po’ di ristoro, della sua luce che mi mostri la terra asciutta, che mi indichi quel porto desiderato e promesso, ma le nubi insistono e i venti non cessano di soffiare, la pioggia batte e le mie labbra sono arse. Ho bisogno di una risposta a questo “perché”. Ho bisogno di sapere di essere veramente nelle mani di Dio. La Parola di verità, fratelli e sorelle, la riconosciamo nella fede donataci e che mena alla speranza, assicurata dall’amore di Dio. Amore che noi sappiamo per mezzo dello Spirito Santo che ci è stato dato.

Interesse geografico: