Le donne e la Riforma protestante

Una carrellata di donne più o meno conosciute, provenienti da diversi paesi dell’Europa del 1500 – 1600 che, a vario titolo, diedero il loro contributo al diffondersi della Riforma Protestante

Abbiamo scelto di parlare di “Donne e la riforma Protestante“, per ricordare la data del 31 ottobre, anniversario della Riforma Protestante.

Una carrellata di donne più o meno conosciute, provenienti da diversi paesi dell’Europa del 1500 – 1600 che, a vario titolo, diedero il loro contributo al diffondersi della Riforma Protestante. 
Donne coraggiose, tenaci, curiose, aperte alle nuove idee e alla conoscenza, vissute in periodi storici in cui non era semplice la vita per la metà femminile dell’essere umano.
Buon ascolto!

Bruna Peyrot ci racconta di un ambito particolare: il ruolo importante che ebbero le grandi nobildonne italiane che ospitarono nei loro castelli, in segreto, dibattiti con gli eretici, favorendo così anche il vivace dibattito religioso del tempo.

Ascolta "Le nobildonne e la Riforma" su Spreaker.

Ulrike Jourdan ci parla di Katharina Schutz (conosciuta anche come Katharina Zell, 1497-1562), una colta donna cattolica di Strasburgo che fu introdotta agli insegnamenti di Lutero dal sacerdote Matthew Zell, divenuto pastore della sua chiesa nel 1518. Zell aveva abbandonato la dottrina cattolica per abbracciare il luteranesimo e anche Katharina si convertì e diventò una delle prime donne a ricoprire anche il ruolo di “moglie del pastore”.

Ascolta "Katharina Schutz di Strasburgo" su Spreaker.

A questo link altre interviste sulle donne della Riforma.

 

Foto di Lluis Ribes Mateu

 

Interesse geografico: