Uno sguardo su Libano e Siria

Una doppia intervista con Marco Magnano ai microfoni di Radio Beckwith  durante il suo viaggio nei due Paesi con la ong Armadilla

Nel momento in cui ci si confronta con lo scenario medio-orientale, Libano e Siria sono due contesti fondamentali per avvicinarsi alla comprensione di fenomeni più ampi che toccano l’intera regione. Si tratta di due Paesi molto diversi per ragioni storiche, politiche e sociali, che hanno vissuto nel corso degli anni sviluppi anche molto differenti ma che oggi si trovano entrambi in situazioni di crisi.

In Libano pesano molto le conseguenze a lungo raggio dell’invasione russa dell’Ucraina, che mettono a dura prova il sistema di approvvigionamento alimentare del Paese. Dal punto di vista della politica interna prosegue la situazione di stallo, mentre si fanno sempre più tesi i rapporti con Israele.

La Siria continua invece a subire gli effetti della guerra civile, un conflitto che prosegue ormai da 11 anni. Qui a pesare è la difficile situazione dei rifugiati interni, che non sembra andare verso una risoluzione. Ancora una volta l’invasione russa dell’Ucraina si ripercuote sull’economia di uno stato già alle prese con forti tensioni intestine.

Marco Magnano, che in questi giorni si trova proprio in Libano e Siria in viaggio insieme alla ong Armadilla, ha fatto il punto della situazione sui due Paesi ai microfoni di Cominciamo Bene, la rassegna stampa mattutina di RBE.

 

L'intervista sul Libano:

Ascolta "01-07-22 - Lo stallo libanese - La rassegna stampa di RBE" su Spreaker.

L'intervista sulla Siria

Ascolta "06-07-22 - Esteri" su Spreaker.

Interesse geografico: