Il Signore è fedele

Un giorno una parola – commento a II Tessalonicesi 3, 3

Il Signore ti proteggerà, quando esco e quando entri, ora e sempre
Salmo 121, 8

Il Signore è fedele ed egli vi renderà saldi e vi guarderà dal maligno 
II Tessalonicesi 3, 3

Leggo e rileggo queste parole della seconda lettera ai Tessalonicesi, proposteci oggi dal Lezionario Un giorno una parola, e sento che oggi il suo messaggio risuona più forte nella mia mente di quanto mi sia mai successo prima. 

Le brutte notizie sconvolgono le nostre giornate e pensieri. E adesso queste meravigliose parole ci stanno davanti e ci invitano a meditare seriamente al loro messaggio. La nostra fede è minacciata ogni giorno che passa; tuttavia, rendiamo grazie al Signore per il privilegio di averla ricevuta in dono da lui. E se oggi ci sentiamo insicuri e insicure, e deboli nel nostro cammino di fede, le parole “Il Signore è fedele” ci assicurano che in futuro Dio ci renderà saldi. 

Una cosa mi è diventata molto chiara: anche se oggi gli eventi che viviamo assomigliano all’apostasia (cfr. 2, 3-4) in cui il figlio del peccato, quello della perdizione sembra manifestarsi ancora una volta nella storia umana, il nostro futuro, a prescindere dal presente tribolato, è nelle mani di Dio. Il Signore è fedele e ci guarderà dal maligno. Per quanto riguarda lo status attuale della fede minacciata, circa la sua saldezza, sembra che stia vivendo la stagione del non ancora/ma in futuro (la struttura argomentativa sulla quale si basa l’escatologia di questa lettera).

Dunque, quello che ci resta da fare è vincere la sfida della fede nella fedeltà di Dio, nonostante tutto il male intorno a noi, rimanendo in dialogo stretto con colui che per amore ha dato il suo unigenito Figlio, affinché chiunque crede in lui abbia vita eterna (cfr. Giov. 3, 16). Egli ci renderà saldi se saremo pronti ad arrenderci, affidarci e consegnare la nostra vita a colui che è pronto a guidarci e a starci sempre vicino. Allora sentiremo la sua presenza anche nei momenti terribili, e le difficoltà, le paure, i dubbi, persino l’ansia con la quale viviamo adesso, Dio le trasformerà in una fonte di benedizione per la nostra crescita spirituale. 

 

Interesse geografico: