19 marzo: Giornata mondiale di azione per il clima

Anche la Commissione globalizzazione e ambiente della Federazione delle chiese evangeliche in Italia sostiene l’iniziativa promossa dal movimento Fridays for future

In occasione della Giornata mondiale di azione per il clima (oggi 19 marzo), la Commissione globalizzazione e ambiente (Glam) della Federazione delle chiese evangeliche in Italia (Fcei) propone un documento di riflessione. Fra i temi affrontati, i sussidi alle fonti fossili e alla zootecnia europea e le emissioni di CO2 causate da agricoltura e allevamenti intensivi. Ma anche la protezione della salute e la promozione di un’economia giusta e sostenibile. Infine, l’analisi delle norme e degli impegni in Italia, a livello europeo e mondiale.

La Glam aderisce inoltre alla mobilitazione globale promossa dal movimento Fridays for future (Fff).

Nel documento della Commissione Fcei si mettono a fuoco le priorità ambientali e si sottolinea l’esigenza di una continua vigilanza sugli obiettivi. Questo, alla luce di alcuni dati significativi che riguardano la salute, il clima e la sostenibilità.

Le emissioni annuali totali attribuibili alla zootecnia europea, ad esempio, sono equivalenti a 704 milioni di tonnellate di CO2. Più delle emissioni annuali di tutte le auto e furgoni circolanti nell’Unione Europea nel 2018.

«I politici e le grandi aziende non perdono l’occasione per fissare obiettivi di riduzione delle emissioni da raggiungere tra 20 o 30 anni. E per promettere che, in qualche lontano futuro, faranno qualcosa per contrastare la crisi climatica – denuncia il movimento Fff/Italia nella sua convocazione alla Giornata di azione per il clima –. Ma abbiamo bisogno di misure immediate e concrete in linea con la scienza e con il principio di giustizia climatica».

Per questo, il 19 marzo si mobilitano di nuovo attivisti e attiviste in tutto il mondo. Per protestare e chiedere che i fondi del Next Generation Eu siano investiti in politiche per «azzerare le emissioni di gas serra. Gli effetti della crisi climatica sono già sotto i nostri occhi, e la situazione potrà solo peggiorare. Soltanto noi, le persone di tutto il mondo, possiamo ribaltare questa situazione» scrivono gli organizzatori.

Fa eco la Glam nel suo documento, con queste parole: «Se ci guardiamo attorno, quali realizzazioni vediamo in termini di piantumazioni di alberi, controlli e sostituzioni di caldaie, ristrutturazione del patrimonio edilizio pubblico, parco auto e trasporto pubblico, trasformazione dell’agricoltura e dell’allevamento industriali, consumo di plastiche? Anche in vista della COP 26 tutto ciò merita una ricognizione e molta vigilanza».

Scarica il documento Glam in formato pdf: Giornata mondiale per il clima 2021.

Consulta la mappa italiana degli eventi per la Giornata mondiale di azione per il clima.

Interesse geografico: