Ripartire insieme

Aziende, enti, sindacati a sostegno delle strutture per anziani e disabili nel pinerolese

Ripartiamo Insieme”, in questo periodo emergenziale, che impatta in modo estremamente grave sulle strutture per anziani e disabili, ha unito le forze, grazie al forte conglomerato di soggetti che rappresenta, per dare supporto e sostegno fattivo e concreto a queste realtà pinerolesi, creando le condizioni affinché possano lavorare con minori difficoltà e maggiore forza, continuando a garantire servizi e occupazione. Le strutture per anziani e disabili gestite da enti senza scopo di lucro rappresentano un’importante realtà sociale e imprenditoriale del territorio offrendo servizi alle famiglie e alle fasce deboli e garantendo un importante bacino occupazionale, arrivando a essere una delle principali “aziende” del territorio.

Esse, da tempo hanno denunciato la grave crisi economica e strutturale dovuta principalmente alle onerose misure adottate per contrastare la pandemia e ai mancati inserimenti di ospiti in convenzione invocando ripetutamente il doveroso sostegno delle istituzioni pubbliche competenti. Se la situazione di crisi dovesse perdurare senza risorse sufficienti a far fronte alla grave situazione economica, si rischierebbe una pesante ripercussione sociale e lavorativa per il territorio pinerolese.

Proprio per contrastare questa preoccupante situazione, grazie alla regia di Ripartiamo Insieme è stato siglato un protocollo di intesa fra Acea Energie Nuove, Diocesi di Pinerolo, Diaconia Valdese, CGIL, CISL, UIL, Consorzio Cpe volto ad attivare azioni e interventi a sostegno delle strutture in difficoltà. In particolare Acea Energie Nuove (Acea Pinerolese Energia Srl), società che si occupa di vendita di gas metano ed energia elettrica, aderente al Progetto, si impegna a riconoscere condizioni economiche di particolare favore alle strutture per anziani e disabili senza scopo di lucro sue clienti, ubicate nei comuni del Pinerolese sia per la luce che per il gas metano. Le strutture, a fronte dell’impegno di Acea, si impegnano a mantenere la situazione occupazionale in essere relativa al proprio organico e ad adoperarsi anche nei confronti delle ditte esterne affidatarie di servizi in appalto al fine di scongiurare perdita occupazionale e retributiva del personale.

Anche la Freudenberg sealing Technologies, multinazionale molto radicata nel pinerolese e aderente al Consorzio CPE, ha offerto il proprio sostegno a questa iniziativa fornendo gratuitamente dotazioni di protezione delle vie respiratore per il personale e gli ospiti delle RSA senza scopo di lucro. Oltre agli attuali sottoscrittori il protocollo potrà essere esteso a tutte le strutture per anziani e disabili senza scopo di lucro, presenti nei comuni del territorio Pinerolese. «Queste sono le prime iniziative nate nel giro di 24 ore dalla sigla del Protocollo d’Intesa.

Altre ne seguiranno nei prossimi giorni, confidando sulla forza, mai come in questo momento essenziale, della coesione e della solidarietà di Ripartiamo insieme» affermano da Consorzio CPE e dalle OOSS. «Grande è la solidarietà che è nata in questo frangente per aiutare strutture in grande difficoltà. Molte altre iniziative sono in fase di elaborazione e nasceranno a sostegno di questa emergenza, grazie al supporto di questa rete sociale che è Ripartiamo insieme, a cui guardare come realtà alla quale contribuire concretamente e come luogo dove apportare proposte volte a sostenere e rilanciare il nostro territorio attraverso la creazione di progettazione, coesione e lavoro». Chiunque voglia contribuire con azioni e proposte può contattare Ripartiamo insieme, scrivendo a cpe@aceapinerolese.it.

Il motto di Ripartiamo insieme non a caso è “Non chiederti cosa può fare il territorio per te, ma chiediti cosa puoi fare tu per il tuo territorio!”.

Interesse geografico: