Tirocini e borse lavoro con Emergenza Covid 19 a Pinerolo

Un progetto ecumenico che coinvolge chiesa valdese, diocesi cattolica, comune e servizi sociali del territorio di Pinerolo

Sul territorio del Pinerolese è attivo un progetto di sostegno ecumenico legato all’emergenza sanitaria che stiamo vivendo e alle problematiche ad essa collegate. Un progetto di assistenza destinato a chi si trova a vivere in stato di disagio socio-economico o con fragilità già pregresse che la pandemia ha acutizzato.

Nel mese di aprile 2020 la Tavola Valdese ha stanziato 50.000 euro dell’Otto per Mille delle chiese valdesi e metodiste per il Centro Ecumenico d’Ascolto di Pinerolo, una realtà presente da 30 anni. La stessa cifra è stata messa a disposizione anche dalla Chiesa Cattolica di Pinerolo (ne avevamo parlato qui). 
Il progetto ha quindi potuto partire con una solida base economica, cercando di affrontare il problema delle povertà cittadine in modo unitario e coordinato.

«Nella prima parte del progetto ci siamo occupati delle necessità più impellenti - spiega Silvia Borgiattino, referente del progetto - appoggiandoci al Centro Ecumenico di Ascolto di Pinerolo abbiamo dato un supporto economico e assistenziale con l’acquisto di beni di prima necessità, pagamento di utenze o affitti. Abbiamo seguito circa 300 persone sul territorio di Pinerolo, grazie all’importante collaborazione con la Caritas: sono cifre importanti, che ora probabilmente sono aumentate e moltissimi ci chiedevano un aiuto per trovare un lavoro. Ora quindi, con la seconda fase del progetto, stiamo lavorando per aprire proprio dei tirocini di borse lavoro, destinate a persone che devono essere inserite, o reinserite, nel mondo del lavoro. Un percorso che la chiesa valdese e la Caritas diocesana locali portano avanti insieme ai servizi sociali territoriali e all’amministrazione comunale di Pinerolo».

Il progetto Emergenza Covid 19, con la creazione dei tirocini, è stata quindi la risposta congiunta che le chiese e le istituzioni del territorio hanno voluto dare per supportare in modo concreto chi è più duramente colpito dalla crisi economica. Dal 9 al 23 novembre sarà aperto questo bando di partecipazione per l’accesso a 24 tirocini presso aziende e realtà del territorio, fra cui il Consorzio Pinerolo Energia (ACEA Pinerolese).

«Le borse lavoro saranno sia a tempo parziale (15 ore a settimana) che a tempo pieno (30 ore a settimana) e della durata di almeno sei mesi. L’obiettivo è consentire di acquistare una certa autonomia economica a persone che vivono situazioni di difficoltà, con l’idea che il progetto non si esaurisca in una forma solo assistenziale, ma possa dare le basi per un proseguimento il più possibile normale. Speravamo tutti di uscire dalla pandemia in tempi più brevi, ma ora invece si preannunciano lunghi periodi di difficoltà che dobbiamo cercare di attutire con l’aiuto reciproco. Abbiamo stabilito in maniera congiunta che se ci fossero nuovamente necessità più urgenti, parte dei fondi destinati alle borse lavoro sarà dirottato su assistenze più impellenti» conclude Silvia Borgiattino.

Il bando sarà pubblicato sul sito del Comune di Pinerolo e le domande vanno inviate direttamente all’Ufficio Lavoro, scrivendo a rosella.piga@comune.pinerolo.to.it.

 

 

Interesse geografico: