A Pomaretto (To) concerto di Salmi e Canzoni del periodo della Riforma

Il coro Turba Concinens al tempio sabato 16

La musique à l’époque de la Réforme: Psaumes et Chansons” è il titolo del concerto che il coro Turba Concinens terrà al tempio di Pomaretto, organizzato dalla locale chiesa valdese, sabato 16 novembre alle ore 21 (ingresso libero)

. La Riforma protestante ha ripensato totalmente le forme del culto cristiano, rinnovando profondamente, anzi dando nuova vita, al canto comunitario. Questo avvenne in campo luterano con il Corale, in campo riformato con i Salmi. Calvino si adoperò per portare nelle chiese il canto dei Salmi come momento di partecipazione attiva della comunità, espressione di fede e di preghiera.

Risale dunque al 1562 la pubblicazione in forma definitiva del Salterio di Ginevra, o Salterio ugonotto, che conteneva tutti i 150 Salmi, parafrasati in francese e messi in rima. Le melodie provenivano inizialmente dall’innario di Strasburgo, ma furono sostituite da altre composte da Louis Bourgeois, Guillaume Franc e Claude Goudimel.

Ma il Salterio è ben più che un libro di preghiere. Scrive Lutero nella sua prefazione al Salterio del 1545: «Meriterebbe di essere chiamato una piccola Bibbia, nella quale si trova riassunto nel modo più bello e succinto, tutto quello che c’è nella Bibbia intera, fatto e pronto come un piacevole enchiridion o manuale. Perciò mi sembra che lo Spirito santo stesso abbia voluto farsi carico della fatica di comporre una Bibbia breve e un libro di esempi dell’intera cristianità, in modo che chi non potesse leggere l’intera Bibbia, ne avesse qui quasi una summa completa, raccolta in un piccolo libretto».

Prima e dopo la pubblicazione del Salterio di Ginevra, nella seconda metà del '500, molti compositori misero mano alla composizione di Salmi: Didier Lupi, Clément Janequin, Jan Pieterszoon Sweelinck, Orlando di Lasso. Ma alcuni di questi autori erano spesso anche autori di canzoni, alcune dedicate all’amore, altre scherzose, che eseguite in questo concerto ci possono dare un quadro della produzione canora del XVI secolo.

Interesse geografico: