Di corsa sul fango di Luserna San Giovanni

Domenica 20 torna lo storico Cross di Luserna

Sono state confermate le presenze di atleti di punta al Cross di Luserna durante la conferenza stampa di questa mattina 10 gennaio. Il 20 gennaio, sulla terra vicina agli impianti sportivi di Luserna San Giovanni, si disputerà la prima ri-edizione di quella che per anni è stata una gara di riferimento a livello nazionale della specialità della corsa campeste.

La gara è rinata soprattutto grazie alla passione di Renato Aglì che è stato un atleta di livello e che da quando ha appeso le scarpe al chiodo è rimasto nel «giro» diventando «agente» degli atleti che corrono, con contatti anche in Africa. «Uganda, Kenya e Burundi sono gli Stati in cui assieme a un altro manager ci muoviamo per scoprire nuovi talenti per il mondo delle corse», ci spiega. E perché non mettere a frutto conoscenze e passione per riproporre quella che per anni è stata una gara di riferimento nel mondo del cross a livello italiano? Una gara che si è svolta dal 1975 al 2003 a Luserna San Giovanni.

Ma questo cross che cos’è? «È una specialità dell’atletica che si svolge soltanto d’inverno, da noi si chiama corsa campestre, da novembre a marzo, all’aperto e su terreni non battuti, ovvero in mezzo ai prati. Una disciplina molto tecnica e faticosa e infatti gli specialisti a livello mondiale sono totalmente dediti al cross. Le gare si svolgono su un percorso che al massimo (ai Mondiali per esempio) misura 12 chilometri». A Luserna San Giovanni domenica 20 gennaio ritornerà quindi una gara un tempo molto conosciuta.

«Nato nel 1975 – continua Aglì – il Cross di Luserna ha visto il suo periodo di maggior splendore negli anni ‘80, quando a vincere sul fango della val Pellice sono stati atleti del calibro di Francesco Panetta. Poi lentamente la gara non ha più trovato la forza per riproporsi e l’ultima edizione è stata quella del 2003, vinta dal keniano Pius Muli». Domenica 20 gennaio, anche con eventuali condizioni di neve, i prati attorno agli impianti sportivi di Luserna San Giovanni rivedranno nuovamente numerosi atleti confrontarsi in diverse categorie, dai più giovani fino ai seniores. Si inizia alle 9 con le categorie master e allievi per poi arrivare alle gare clou alle 12,30 (juniores, promesse e senior femminili sui seimila metri) e alle 13,15 con il via delle stesse categorie in campo maschile; la gara è inserita all’interno del calendario di cross regionali).

Per cercare nuovamente di dare lustro all’evento Aglì si è impegnato con i suoi contatti a portare sui prati di Luserna atleti di un certo livello. «In campo femminile avremo Elena Romangnolo (due finali olimpiche disputate), Catherine Bertone (alla Maratona dei Giochi di Rio) e le giovani Nicole Reina e, soprattutto, Elisa Palmero (promessa dell’atletica nazionale, di Villar Perosa). In campo maschile invece Ahmed El Mazoury è sicuramente l’atleta di punta», conclude.

L’accesso all’evento è ovviamente gratuito e il pubblico potrà disporsi lungo tutto il percorso, nella zona dei campi sportivi. L’organizzazione è a cura dell’Atletica Val Pellice, dal 3S Luserna, dall’Us Luserna Calcio con il patrocinio del comune di Luserna San Giovanni.

«Questa è un occasione importante per il comune di Luserna San Giovanni – ha sottolineato il sindaco Duilio Canale – e l’obiettivo, anche sul lungo termine, potrebbe essere quello di avere in questa manifestazione un evento caratterizzante per il comune e la valle tutta». 

Interesse geografico: