Apre il Torino Film Festival, torna il Premio Interfedi

Da oggi fino al 1° dicembre la rassegna cinematografica giunta alla 36° edizione. Fra i vari riconoscimenti, anche quello per il rispetto delle minoranze e per la laicità, promosso da Chiesa valdese, Comunità ebraica e Comitato Interfedi

Apre i battenti oggi 23 novembre la 36° edizione del Torino Film Festival. La rassegna cinematografica durerà fino al prossimo 1° dicembre e fra i vari premi assegnati conterà anche quest’anno, ed è la sesta, sul riconoscimento della giuria Interfedi, istituito nel 2013 per iniziativa della Chiesa valdese e della Comunità ebraica di Torino, con l’adesione del Comitato Interfedi cittadino. Lo scopo è di valorizzare le pellicole che danno voce alle minoranze, sensibilizzando il pubblico su temi come rispetto, integrazione e superamento delle discriminazioni e affermando i valori della laicità, della cultura della tolleranza, della solidarietà, della libertà e delle responsabilità individuali.  Il premio acquisisce oggi ancor più significato, in un periodo in cui in tutta Europa si sta diffondendo un clima di intolleranza e trovano spazio politiche e atteggiamenti xenofobi, discriminatori o razzisti.

Il Premio Interfedi afferma l’accoglienza, la tolleranza, la condivisione, la solidarietà, il rispetto reciproco, la dignità umana, l’accettazione delle diversità etniche, culturali e religiose quali fondamenta per una società giusta ed inclusiva, capace di promuovere l’incontro e lo scambio interculturale e in cui il diritto e la libertà del singolo individuo (libertà di parola, di culto, di orientamento etico e sessuale) siano preservati.

Il cinema e il linguaggio cinematografico costituiscono un’efficace modalità per comunicare, per esprimere e trasmettere idee, per stimolare riflessioni, per avvicinare mondi lontani e culture differenti, in un momento di incontro e confronto.

A rappresentare un messaggio di dialogo tra le religioni e ad affermare la pluralità di fedi e culture come occasione di arricchimento reciproco, i tre componenti della Giuria Interfedi sono designati, uno ciascuno, dai tre promotori dell’iniziativa, Chiesa Valdese di Torino, Comunità Ebraica di Torino e Comitato Interfedi della Città di Torino, che riunisce i rappresentanti di Cristianesimo (cattolici, protestanti e ortodossi), Ebraismo, Induismo, Islamismo, Buddismo e del mondo mormone.

Nelle precedenti edizioni, il premio Interfedi è stato assegnato a La Plaga di Neus Ballus (2013), Felix & Meira di Maxime Giroud (2014), Coup de Chaud di Raphaël Jacoulot (2015), Avant les Rues di Chloè Leriche (2016) e À Voix Haute di Stéphane De Freitas (2017).

Per maggiori informazioni e dettagli sul premio, i film in concorso, sale, date e orari di programmazione, è consultabile il sito www.premiogiuriainterfedi.org

 

Nella foto la giuria 2017 con il regista Stéphane De Freitas

Interesse geografico: