Battisti in Italia. Operare per il bene

Il presidente dell’Unione cristiana evangelica battista d’Italia, Giovanni Arcidiacono, scrive alle chiese aderenti. Identità, bioetica, ecumenismo e impegni per il futuro al centro dell’attenzione

«Siamo chiamati a operare per il bene»: esordisce così il presidente dell’Unione cristiana evangelica battista d’Italia (UCEBI), Giovanni Arcidiacono, nella circolare indirizzata alle chiese aderenti, informandole delle ultime decisioni del Comitato esecutivo. Confermata la convocazione di un convegno nazionale su “Identità battista in movimento”, che si terrà a Roma dal 6 all’8 aprile 2018, nella stessa settimana in cui si celebra il cinquantesimo anniversario della morte di Martin Luther King, pastore battista, premio Nobel per la pace, assassinato il 4 aprile 1968 a Memphis (USA).

Insieme alla circolare vengono posti all’attenzione delle chiese due importanti documenti: quello sul fine vita, approvato a maggioranza dalla Commissione bioetica delle chiese battiste, metodiste e valdesi, e il documento sull’ecumenismo, approvato all’unanimità dalla Commissione consultiva per le relazioni ecumeniche, nominata congiuntamente da Tavola valdese, Opera per le chiese evangeliche metodiste in Italia (OPCEMI) e UCEBI.

Sul fine vita, il documento affronta i temi dell’eutanasia, del suicidio assistito, della medicina palliativa e della sedazione in una prospettiva protestante, sviscerando la questione da un punto di vista etico, teologico, sociale e legislativo. Sull’ecumenismo, si legge nell’introduzione del relativo documento, «due tendenze opposte appaiono segnare la vita delle chiese cristiane: la spinta identitaria da una parte e una sorta di appartenenza fluida dall’altra. Alla prima si attribuisce il cosiddetto ‘inverno’ ecumenico, ovvero il ripiegamento delle chiese su se stesse. […] In seconda istanza, veniamo sempre più in contatto con uomini e donne che non sentono la necessità di aderire a una chiesa particolare. È il paradosso dei “cristiani senza chiesa”, un’identità fluida, che richiede alle chiese storiche una rinnovata comprensione della loro vocazione al dialogo».

L’Unione battista, intanto, cresce. La circolare ufficializza la firma della convenzione con la Chiesa cristiana evangelica cinese in Italia. Tale convenzione sarà trasmessa alla prossima Assemblea Generale per la relativa ratifica.

Interesse geografico: