Nel 2016 gli arcivescovi di Canterbury e York invitarono le parrocchie di tutta l’Inghilterra a partecipare all’iniziativa di preghiera «Il tuo Regno venga», che si tenne tra l’Ascensione e la Pentecoste.

La risposta fu incredibile: più di 100.000 credenti si incontrarono nelle chiese di diverse tradizioni e confessioni in tutta l’Inghilterra per pregare insieme e per chiedere a Dio un nuovo risveglio.

Per il 2017 la visione si allarga. L’arcivescovo Justin Welby ha invitato ad unirsi a questa iniziativa le province della Comunione anglicana sparse in tutto il mondo, i presidenti di Churches together in England (Cte) e il Consiglio mondiale metodista.

Milioni di cristiani – anglicani, cattolici, battisti, pentecostali, avventisti, copti, metodisti, cristiani ortodossi e membri delle chiese libere – dunque potrebbero ritrovarsi a pregare insieme dal 25 maggio al 4 giugno 2017.

Non vi sono indicazioni su come si dovranno organizzare i momenti di preghiera, ma i promotori sperano che ogni Chiesa parteciperà in modo autentico, rispondente alle proprie sensibilità e spiritualità, collaborando – ove possibile – con le chiese partner presenti nella stessa area. L’obiettivo della preghiera comune è che più persone possano conoscere Gesù Cristo.

In un video che presenta l’evento, Justin Welby afferma: «Quando preghiamo, noi parliamo con Dio. In modo straordinario Dio agisce con noi, ci dice: “vieni e sii mio partner, prendi parte al mio progetto. Nei giorni tra l’Ascensione e la Pentecoste noi pregheremo affinché sempre più persone conoscano chi è Gesù. Pregheremo lo Spirito Santo affinché dia potenza ad ogni cristiano, doni a tutti noi la passione per condividere e testimoniare la buona notizia che abbiamo ricevuto in Gesù Cristo. (…) Quando ci rivolgiamo a lui, noi troviamo speranza: il miracolo più straordinario».

Gli altri presidenti di Churches together in England sono: il cardinale Vincent Nichols, arcivescovo cattolico di Westminster; il pastore Ugo Osgood, moderatore delle Chiese libere; il pastore Canon Billy Kennedy, che rappresenta la Chiese nuove, i Quaccheri e le chiese luterane e di lingua tedesca; infine l’arcivescovo Gregorios di Thyateira e Gran Bretagna, presidente delle Chiese ortodosse.

Immagine: via istockphoto.com

Interesse geografico: