Riconfermato Martin Junge

Il teologo cileno è stato rieletto segretario generale della Federazione luterana mondiale per i prossimi sette anni

Fonte: Flm

Il Consiglio della Federazione luterana mondiale (Flm), riunito a Wittemberg per il suo incontro annuale, il 16 giugno scorso ha rieletto segretario generale per un secondo mandato di sette anni il rev. Martin Junge.

Junge, 54 anni, ha assunto il suo primo mandato il 1 novembre 2010, dopo essere stato segretario per l’area dell’America Latina e i Caraibi presso il Dipartimento per la missione e lo sviluppo. Con questa seconda approvazione, Junge – che ha anche ricoperto l’incarico di presidente della Chiesa evangelica luterana in Cile – guiderà il lavoro dell’esecutivo della Comunione luterana fino al 31 ottobre 2024.

Il Consiglio ha preso questa decisione sulla base di una raccomandazione dei membri dell’esecutivo che all’unanimità hanno proposto che il segretario generale Junge fosse rieletto per un secondo mandato.

«Vorrei congratularmi con il segretario generale Martin Junge e il Consiglio per questa decisione», ha detto il presidente della Flm, il vescovo Munib Younan, aggiungendo che «il processo è stato chiaro e trasparente, con verifiche che hanno altamente apprezzato il lavoro e la leadership del segretario generale. Oggi siamo fiduciosi degli ottimi preparativi per l’Assemblea 2017 in Namibia e per gli eventi che ci condurranno al 500° anniversario della Riforma, grazie alla sua guida consacrata. Come presidente della Flm considero il voto del Consiglio espressione di fiducia per il segretario generale Junge e per il suo lavoro futuro; gli auguro la benedizione di Dio per il secondo mandato».

Nel suo discorso Junge ha espresso gratitudine al presidente della Flm e al Consiglio per il sostegno dato alla sua leadership, e al personale tutto per la buona cooperazione e l’impegno profuso nel lavoro della Federazione.

«Gli ultimi cinque anni sono stati un’esperienza arricchente, piena di studio e di crescita spirituale. Sono grato per la rinnovata fiducia del Consiglio ad affidarmi un secondo mandato. Sono pronto a servire, ho la passione per il lavoro e la testimonianza della Federazione. È un privilegio offrire i miei doni alla Comunione e alle sue chiese membro che vivono e lavorano insieme per un mondo giusto, di pace e riconciliato».

La pastora Gloria Rojas Vargas, vicepresidente della Flm per l’America Latina e i Caraibi, ha detto, «Riconosciamo e ringraziamo Dio per il contributo immenso che il past. Martin Junge, membro di una delle nostre chiese, ha offerto alla comunione globale di chiese nel suo ruolo di segretario generale».

«Radicati nell’amore di Dio - discernere il futuro di Dio» è stato il tema dell’incontro del Consiglio, organo di governo della Flm che si riunisce annualmente per valutare il lavoro dell’organizzazione. Il più alto organo decisionale è l’Assemblea, che si riunisce normalmente ogni sette anni. L’incontro del 2016 è l’ultima sessione del Consiglio prima della XII Assemblea, che coinciderà con il 500° anniversario della Riforma e che si terrà a maggio 2017, a Windhoek, in Namibia.

Immagine: Marko Schoeneberg

Interesse geografico: