Rafforzare la collaborazione tra cattolici, protestanti e ortodossi europei

I presidenti della Conferenza delle chiese europee e del Consiglio delle conferenze episcopali d’Europa si incontrano a Londra

Con un comunicato congiunto diffuso ieri la Conferenza delle chiese europee (Kek) e il Consiglio delle conferenze episcopali d'Europa (Ccee) hanno reso noto l’incontro svoltosi lo stesso giorno a Londra tra i presidenti e i segretari generali dei due organismi ecclesiali. Nella Church House, quartier generale della Chiesa d'Inghilterra, ai due presidenti, rispettivamente pastore Christopher Hill e Card. Péter Erdő, si sono uniti il segretario generale della Kek, il padre ortodosso Heikki Huttunen, e il segretario generale del Ccee, mons. Duarte da Cunha. Al centro dell’incontro: questioni di interesse comune e pianificazione delle prossime iniziative. Inoltre è stata un’occasione anche per discutere di alcune questioni ecumeniche in Europa, e valutare la cooperazione di lunga data tra Kek e Ccee. La prossima riunione del Comitato congiunto Kek-Ccee è prevista per l'inizio del 2017 e verterà sulla salvaguardia del creato e la libertà di religione.

Nel corso dell’incontro, i presidenti hanno anche discusso l’importanza che gli attuali conflitti e sfide hanno per il lavoro della Kek e del Ccee. La situazione dei rifugiati e dei migranti in Europa, la pace e il conflitto in Medio Oriente, e la cooperazione all'interno e all'esterno dell'UE sono stati tutti argomenti di discussione.

L'incontro si è concluso con una pranzo su invito del cardinale Vincent Nichols, Arcivescovo di Westminster e Presidente della Conferenza episcopale di Inghilterra e Galles.

Foto: By Paasikivi - Own work, CC BY-SA 4.0, https://commons.wikimedia.org/w/index.php?curid=47979986

Interesse geografico: