Mi Fido di Te a Cumiana

Il comune aderisce al progetto contro la violenza di genere «Mi Fido di Te» della Diaconia Valdese e Coordinamento Opere Valli

È in programma per giovedì 7 aprile la serata «Mi Fido di Te» volta a sensibilizzare la cittadinanza sulla violenza contro le donne, alle ore 21, presso la Sala Carena di Cumiana. L'evento è inserito all'interno del progetto Xsone 3.0, ed organizzata dallo staff del progetto della Diaconia Valdese – Coordinamento Opere Valli: con il Comune di Cumiana è partita quest'anno una fattiva collaborazione.
Abbiamo intervistato l'assessora all'Istruzione, Cultura e Pari opportunità Giuliana Comba.

Come vi siete interessati al progetto Mi Fido di Te della Diaconia Valdese?

«Per un susseguirsi di casi fortuiti. Siamo venuti a conoscenza del convegno sulla violenza di genere dello scorso 2 dicembre a Villar Perosa e abbiamo deciso di partecipare. Dopo aver conosciuto le responsabili dei progetti sul territorio, ho riportato nel mio consiglio la volontà di collaborare all'iniziativa. Proporremo quindi la serata del 7 aprile sul tema della violenza sulle donne come collaborazione attiva nel progetto, e proseguiremo la collaborazione con altri due appuntamenti nel corso dell'anno: prossimamente un incontro sul cyberbullismo e nel prossimo autunno la presentazione del libro sull'Alzheimer».

Com'è la situazione relativa alla violenza di genere nel suo comune?

«Purtroppo alcuni di casi di violenza ci sono anche nel comune di Cumiana. Grazie ad associazioni come Svolta Donna siamo riusciti ad aiutare donne che non avrebbero saputo come uscire dalla spirale di violenza in cui erano cadute. Io stessa mi son resa conto che non ero così ben informata come pensavo di essere: purtroppo sono temi che faticano ad entrare nella mentalità delle persone, ancora sono coperti da paura e vergogna. In questi due anni di assessorato credo però di poter dire che qualcosa si sta muovendo, c'è più informazione e attenzione. Ringrazio i Carabinieri di Cumiana, che sono molto attenti e sensibili a questa realtà: collaborano attivamente con l'amministrazione e sono attori protagonisti delle azioni di prevenzione sul territorio».

Come partecipa il vostro territorio all'attenzione sociale?

«Soprattutto le nostre scuole sono molto attive: sin dalla materna ragionano su ruoli, lavori, cercando di abbattere gli stereotipi comuni. Le scuole medie hanno lavorato proprio sulla violenza di genere, e le forze dell'ordine hanno fatto alcuni interventi in classe. A maggio torneremo su questi argomenti, con un incontro sul tema delle dipendenza da alcol e droghe e in seguito sul cyberbullismo, quest'ultimo di nuovo in collaborazione con la Diaconia Valdese».

La serata del «Mi Fido di Te» di giovedì 7 aprile a Cumiana si aprirà con il reading teatrale di Anna Giampiccoli che propone la lettura di brani tratti da testi inerenti la violenza di genere e si proseguirà con la visione di alcuni cortometraggi creati con le scuole superiori del Pinerolese.

A fine serata spazio alla riflessione sul tema e al dibattito pubblico. La serata è gratuita con ingresso libero.  

Foto via