L’Alleanza battista mondiale celebra la Giornata dei diritti umani

La commemorazione cade a ridosso dell’anniversario della Dichiarazione universale dei diritti dell’uomo

Il 6 e il 7 dicembre prossimi l’Alleanza battista mondiale (Abm), una comunione di 231 Convenzioni ed Unioni presenti in 121 paesi diversi, comprendente 42 milioni di membri e 177.000 chiese, invita la grande famiglia battista ad osservare la Giornata del diritti umani. Le date proposte sono vicine all’anniversario della Dichiarazione universale dei diritti dell’uomo adottata dalle Nazioni Unite il 10 dicembre 1948.

Durante la commemorazione di quest’anno, l’Abm incoraggia i battisti: a impegnarsi per la causa dei diritti umani nelle proprie comunità, nei paesi in cui sono presenti attraverso la preghiera, il lavoro di rappresentanza e di pressione politica; a fare confessione di peccato per essere stati complici degli abusi dei diritti umani per negligenza o per aver preso parte attiva; infine, a dare voce a chi non ha voce, speranza ai disperati, e a favorire la pace dove pace non c’è.

L’auspicio è che il maggior numero di battisti in tutto il mondo possa osservare la Giornata dei diritti umani come parte delle celebrazioni dell’Avvento. A tal fine le chiese e le istituzioni battiste sono incoraggiate a ricordare la Giornata dei diritti umani nelle loro liturgie, nei culti e nelle altre attività comunitarie. Materiale liturgico è disponibile sul sito www.bwanet.org.

Foto: "Somali bantu children florida" by Melvin "Buddy" Baker from St. Petersburg, Florida, United States - Children of Bantu Refugees. Licensed under CC BY 2.0 via Wikimedia Commons.

Interesse geografico: