Iniziati i lavori dell’assemblea Ucebi

Al voto per ammissione nuove chiese  

Uno dei primi argomenti all’ordine del giorno della quarantatreesima assemblea generale l’Unione cristiana evangelica battista d’Italia (Ucebi) concerne la richiesta di ammissione come nuovi membri di alcune chiese. Si tratta di:

  • Chiesa di via Giulio II a Civitavecchia, nata nel 1996 a seguito del distacco dalla Chiesa battista di via dei Bastioni, sempre a Civitavecchia, conta al momento circa 45 membri più una decina di bambini che frequentano la scuola domenicale;
  • Chiesa di Catania Librino, nata 25 anni fa, composta da ottanta membri effettivi e una quarantina di simpatizzanti;
  • Chiesa battista di piazzale Tripoli a Milano, sorta come diaspora della Chiesa battista di Mantova, conta una trentina di membri;
  • Chiesa battista di Padova, che si è costituita ufficialmente il 24 maggio 2014 grazie all’opera della Giunta missionaria mondiale brasiliana, dell’Ucebi e della Chiesa battista di Treviso, conta attualmente 25 membri;
  • Chiesa coreana di Marghera, già Europe mission Church, conta circa 65 membri;
  • Chiesa battista di Mantova, nata del 2002, conta 200 membri
  • Berean baptist Church di Bergamo che conta 50 membri.

La discussione è stata ampia, partecipata, non sempre semplice. Ha prevalso comunque in tutti i casi il desiderio di accoglienza, una volta verificato il rispetto di tutti i requisiti necessari per far parte dell’Ucebi. Si apre ora un periodo importante in cui tutti i soggetti coinvolti, nuovi e consolidati, dovranno compiere sforzi comuni di comprensione, ascolto, cooperazione.

L’ammissione di tutte queste nuove chiese fa crescere di circa 500 nuovi membri l’Ucebi, aspetto questo accolto con grande partecipazione dai presenti.

Altro capitolo la richiesta di ammissione come chiesa aderente della Chiesa battista di Roma Laurentino, approvata anch’essa dall’assemblea. Si apre ora un periodo-finestra di due anni al termine del quale verrà valutato il passaggio a chiesa membro.

Interesse geografico: