Esteri

Per un mondo senza nucleare

Mentre nuvoloni non soltanto metaforici si addensavano nei cieli del pianeta, lo scorso 7 luglio le Nazioni Unite hanno approvato il Nuclear Ban Treaty, l’ultimo mancante all’appello della messa al bando delle armi di distruzione di massa (dopo quelli su armi biologiche, mine antiuomo, armi chimiche e munizioni a grappolo).

Alla ricerca di una nuova colonna sonora

Il 6 agosto del 1967, cinque studenti d’ingegneria dell’Università di Santiago del Cile costituivano il gruppo musicale degli Inti Illimani (in lingua aymara, significa «Sole del monte Illimani»). «Gli Inti» sono entrati nella nostra vita dopo il golpe cileno del 1973 (una data che per me è ancora «l’11 settembre» per antonomasia). In quei giorni gli «Inti Illimani» erano in tournée in Italia, e così sfuggirono alla brutale repressione dei militari, che avrebbe fatto migliaia di vittime, di prigionieri, di scomparsi.

Gli episcopali Usa «bacchettano» Trump

125 vescovi della Conferenza episcopale degli Stati Uniti hanno acquistato un’intera pagina del New York Times lo scorso 21 settembre, per poter pubblicare un annuncio indirizzato a Donald Trump dove si è chiesto di non porre fine all’Azione differita per gli arrivi dell’infanzia (Daca): lo «scudo» temporaneo promosso dall’ex presidente Barack Obama servito per proteggere circa 800mila ragazzi e ragazze, giovani e adulti – definiti «dreamers», sognatori – che, giunti negli Usa senza documenti in età infantile, grazie all’iscrizione al programma sono riusciti a co

«Il sangue del protestantesimo scorre nelle vene della Francia»

Sono passate da poco le ore 21 di venerdì 22 settembre quando il presidente della Repubblica francese Emmanuel Macron prende la parola fra i velluti e gli ori del salone d’onore dell’Hotel de Ville di Parigi. Davanti a lui una platea di 600 persone che dal primo pomeriggio ha assistito a dibattiti e tavole rotonde. Sono i delegati e i rappresentanti dei protestanti di Francia, ma anche i responsabili di culto di ogni religione, riuniti nel municipio della capitale per celebrare in grande stile i 500 anni della Riforma avviata da Martin Lutero a Wittenberg.

L’Onu vieta le armi nucleari ma la strada per il disarmo atomico è ancora lunga

Il 7 luglio scorso le Nazioni Unite hanno formalmente adottato un trattato che proibisce l’uso e la minaccia tramite le armi nucleari, uniche armi di distruzione di massa a non avere avuto finora un documento che le vieti. Setsuko Thurlow (bambina giapponese nell’agosto 1945, quando due bombe atomiche colpirono Hiroshima e Nagasaki ) ha commentato: «attendevo questo giorno da 70 anni e non speravo più di vederlo con i miei occhi».

«Una sveglia» per la Germania

Il presidente della Chiesa evangelica in Germania (Ekd), vescovo Heinrich Bedford-Strohm, ha commentato l’esito delle elezioni federali tedesche in un messaggio pubblicato sul sito dell’Ekd, innanzitutto rallegrandosi per l’aumento della partecipazione elettorale, auspicata in un messaggio precedente diffuso alla vigilia delle elezioni (ne avevamo parlato qui): «Le chiese, insieme a molti altri gruppi sociali, avevano promosso la partecipazione alle elezioni del Bundestag»

Il post terremoto delle chiese messicane

Il terremoto che, con una scossa di magnitudo di 7.1, ha colpito il Messico centrale martedì scorso uccidendo oltre 240 persone, sta facendo registrare, giorno dopo giorno, il conto delle vittime e dei dispersi.

Polizia, vigili del fuoco e comuni cittadini sono impegnati in queste ore, e senza sosta, per garantire i soccorsi, una lotta contro il tempo. Si scava freneticamente tra le macerie di scuole, case e edifici residenziali, alla ricerca di sopravvissuti.

Pagine

Abbonamento a RSS - Esteri