Fatti toccare dalla poesia

Il Poetry Slam sbarca a Torre Pellice

Tre minuti a testa in cui proporre testi scritti di proprio pugno recitati senza costumi di scena e senza musiche. Pura poesia, quindi.
Tutto questo è possibile con il Poetry Slam, grazie al quale la poesia diventa, unendo scrittura e performance, espressione popolare, declamatoria e praticata nei luoghi pubblici.

Marc Smith, creatore dello Slam, disse che «la poesia non è fatta per glorificare il poeta, [perché] essa sussiste per celebrare la comunità».
Il tutto è nato nel 1984 quando Marc, operaio e poeta, organizzò una serie di incontri di lettura a voce alta in un jazz club di Chicago favorendo un nuovo approccio alla poesia e alla sua fruizione facendo partecipare la stessa platea sul palcoscenico in veste di autrice. Grazie a questa originale visione lo Slam si affermò come una delle forme più vive della poesia contemporanea sopratutto per il legame che creò fin da subito con il pubblico. La diffusione del Poetry Slam dagli Stati Uniti a tutto il mondo dimostra come la poesia non sia così distante e aliena alla società moderna ma, al contrario, si afferma come qualcosa più che mai viva e coinvolgente.

Al giorno d'oggi, il poetry slam è diventato una forma d'arte istituzionale ed è presente anche in Europa. In Italia è stato importato dal poeta Lello Voce e dal 30 novembre 2013 la LIPS, Lega Italiana Poetry Slam, ha unito sotto un'unica organizzazione tutte le iniziative della nostra Penisola, tra le quali ricordiamo l'Atti Impuri Poetry Slam torinese che ha sede nella Casa del Quartiere di San Salvario.
Per la prima volta il Poetry Slam si concede una gita “fuoriporta” nella nostra Val Pellice dove, nei locali del Britannia Pub, giovedì 20 aprile vedrà competere sei tra poeti e poetesse in una serata in cui, anche in questo caso, sarà il pubblico a decretarne il vincitore o la vincitrice.

La serata sarà condotta da Alessandra Racca e Arsenio Bravuomo della Atti Impuri Poetry Slam e vedrà Radio Beckwith evangelica intervistare, durante il programma Café Bleu il co-organizzatore Federico Raviolo, già voce della band Mechinato. L'evento sarà trasmesso in diretta video Facebook da RBe (che ne proporrà anchela versione audio in “RBE on Tour” alle 21:00 di venerdì 21 aprile).  

Interesse geografico: