Una «semaine» itinerante e strutturata in modo da offrire ai partecipanti un ruolo da protagonista attivo. Questo lo spirito dell’iniziativa organizzata dall’Unione Montana del Pinerolese, dall’Unione Montana dei comuni valli Chisone e Germanasca e dalla Regione Piemonte in collaborazione con l’associazione culturale «Balancè». Tutti gli eventi organizzati sono a ingresso libero, ma è consigliata la prenotazione e sono stati realizzati grazie alla collaborazione con alcune realtà del territorio: l’associazione «Musicampus», gli «Amici della Scuola Latina», «Vivere le Alpi», «La Valaddo», l’ecomuseo delle Miniere e della val Germanasca e il circolo artistico «FaPiù» con gli sportelli linguistici delle Unioni. Coinvolti anche molti studenti delle scuole elementari che oltre a spettatori sono diventati anche protagonisti di alcuni momenti. Il programma prevede venerdì 24 marzo a San Germano nel tempio valdese alle 21 un concerto dei cori delle scuole elementari di San Germano e Porte. Al sabato fra Pomaretto e Prali «La vita al tempo dei nonni: sopra e sotto». Dalle 9,30 alla Scuola Latina animazioni dei bambini della scuola elementare di Inverso Pinasca e al pomeriggio animazione nella miniera «Paola». Durante il pomeriggio, dopo le 16,30 alla sala polivalente di Bricherasio «Arti in lingua»: iniziative organizzate da «Balancè» e dedicate alle famiglie con attività artistico-laboratoriali. Infine l’ultima giornata sarà quella di domenica con la visita ai rifugi anti-aerei di via della Braida dalle 14,30 alle 17,30 (contatti viverelealpi@gmail.com oppure 338-2127624). Infine dalle 18 alle 21 al Teatro del Forte di Torre Pellice proiezione dei cortometraggi del concorso «Mon vidéoclip», in collaborazione con l’associazione culturale FaPiù.

Per informazioni e prenotazioni contattare «Balancè» scrivendo a associazionebalance@gmail.com o telefonando al 338-4497829.

«Questa rassegna è un valore aggiunto per il nostro territorio – ha detto Laura Zoggia, presidentessa dell’Unione dei Comuni della val Germanasca e Chisone, durante la conferenza stampa – e l’anno scorso ha ottenuto un grande successo. Per noi è importante avere i bambini al centro delle attività e abbiamo avuto la fortuna di trovare delle scuole, delle maestre, dei genitori e degli studenti interessati alla questione delle lingue minoritarie».

La «semaine» è stata creata nel 1995 su iniziativa del Ministero della Cultura e della Comunicazione: la «semaine» è la declinazione locale della Giornata internazionale della Francofonia. 

Interesse geografico: