Tra la «Confessione di Accra» e l'enciclica «Laudato si'»

In Vaticano una delegazione della Comunione mondiale di Chiese riformate

Fonte: www.chiesavaldese.org

Venerdì 10 giugno una delegazione della Comunione mondiale di Chiese riformate (Wcrc) visiterà il Vaticano per approfondire le relazioni con la Chiesa cattolica romana. La delegazione, guidata dal presidente Jerry Pillay e dal segretario generale Chris Ferguson, sarà ricevuta in udienza da papa Francesco e incontrerà il Pontificio Consiglio per l’unità dei cristiani e il Pontificio Consiglio per la giustizia e la pace.

La Comunione vanta un dialogo formale di lunga durata con il Pontificio Consiglio per l’unità dei cristiani, del quale si è conclusa la quarta fase. Il tema preso in esame è stato «Giustificazione e sacramentalità: la Comunità cristiana come agente per la giustizia». Una relazione dal titolo omonimo sarà pronta molto presto.

La Comunione incontrerà anche il Pontificio Consiglio per la giustizia e la pace per trovare aree comuni di collaborazione. Essa, infatti, è stata capofila nella teologia della giustizia sociale adottando, nel 2004, la Confessione di Accra. La profetica Confessione afferma come le questioni relative alla giustizia economica ed ecologica non siano solo da ricondursi a temi sociali, politici e morali ma siano parte integrante della fede in Gesù Cristo e coinvolgano la chiesa nella sua interezza.

Rivolgendosi a papa Francesco, Ferguson farà rilevare sia la «gioia e l’urgenza» di questo incontro. «La nostra gioia scaturisce dalla consapevolezza che, tramite il pentimento e il dialogo, ci stiamo avvicinando a quell’unità che è un dono di Cristo alla chiesa affinché tutti possano credere – dirà il segretario generale –. L’urgenza sorge dalla necessità di proseguire insieme il cammino nonostante i pericoli e le sofferenze con cui il mondo e le persone tutte si trovano a doversi confrontare», rintracciando delle affinità tra la Confessione di Accra e l’enciclica Laudato si’.

Una conferenza stampa si terrà presso la Sala Marconi di Radio Vaticana alle 13,15, dopo l’udienza con papa Francesco.

La delegazione della Comunione mondiale delle Chiese riformate sarà composta da: pastore Jerry Pillay, presidente; pastore Chris Ferguson, segretario generale; pastore Dora Arce Valentin, segretaria esecutiva per la giustizia; Aruna Gnanadason, consulente per la teologia; presbitera Gabriela Mulder, presidente dell’Alleanza delle Chiese presbiteriane e riformate dell’America Latina e Caraibi; pastore Eugenio Bernardini, moderatore della Tavola valdese; Phil Tanis, segretario esecutivo per la comunicazione della Comunione.

Interesse geografico: