La musica, dono di Dio perché possiamo pregarlo insieme

Gli inni di Lutero in un libro pubblicato dall'editrice Claudiana

Ecco, finalmente, una raccolta dei corali composti o adattati da Lutero per il culto, nella quale si presentano non soltanto i testi di quei canti, tradotti liberamente in italiano, ma anche le loro melodie. Si tratta di un agile volumetto della Claudiana*, che fin dalle prime pagine ci fa conoscere un aspetto assai importante della personalità di Lutero: il suo amore per la musica; ecco infatti la sua poesia Frau Musika, Signora Musica, un vero e proprio inno a questo dono di Dio che il Riformatore mise a disposizione delle comunità con un duplice scopo: da un lato, per far partecipare direttamente alle funzioni religiose le assemblee dei credenti, affratellati anche dal fatto di cantare tutti insieme; dall’altro per diffondere la conoscenza del catechismo e della dottrina che veniva predicata dai pulpiti. La scelta del canto corale fatta da Lutero, discreto musicista e coadiuvato da diversi musici, diede successivamente origine a una sterminata produzione di mottetti, cantate, oratori e di elaborazioni strumentali, come gli splendidi preludi a corale per organo di Bach e di molti altri autori.

Veniamo al libro, curato dal musicologo Benno Scharf, esperto di canto gregoriano e di musica medievale. >nell’introduzione storico- critica sono esposti i criteri del Riformatore per la stesura dei testi, scritti non in uno dei tanti dialetti germanici di allora, ma in un linguaggio comprensibile «dalla madre in casa, dai ragazzi nella strada, dal popolano al mercato» (p. 7).

Le melodie dei corali sono in parte di Lutero stesso: secondo Moser, 18 canti; secondo Nicola Sfredda (La musica nelle chiese della Riforma, Claudiana, 2010) soltanto 12; le altre melodie sono o di collaboratori di Lutero o adattamenti di canti popolari, quindi già noti ai fedeli. per ognuno dei 38 corali pubblicati nel libro è presentata la riproduzione della melodia nelle edizioni d’epoca, con la notazione e le «chiavi» allora in uso; tre melodie sono invece in notazione musicale moderna.

Il libro è corredato da un discreto numero di illustrazioni, riproduzioni di quadri o incisioni d’epoca; la copertina ci offre la simpatica immagine di Lutero che suona il liuto attorniato dalla moglie e da sei bambini, un affettuoso sguardo sulla vita privata del Riformatore.

* M. Lutero, Inni e canti, a cura di B. Scharf. Torino, Claudiana, 2017, pp. 135, euro 13,50.